Salta al contenuto principale

Polemiche per le "modelle-aliene" di Moschino: la collezione anti Trump indigna gli utenti

Gigi Hadid dalla pelle blu, Kaia Gerber arancione. Le due modelle elegantissime, negli abiti Moschino in stile anni '60, ricordano nell'acconciatura e nel look Jacqueline Kennedy. Con la differenza che nella visione contemporanea di Jeremy Scott queste first lady sono extraterrestri. <a href="http://d.repubblica.it/moda/2018/02/22/news/moschino_sfilata_milano_autunno_inverno_2018_2019_tendenze_colore_abiti_vestiti_borse_scarpe-3873029/">Dopo la sfilata di Moschino a Milano, lo scorso febbraio,</a> il direttore creativo della maison ha presentato anche la campagna pubblicitaria della collezione "Alien Nation", condividendo su Instagram alcuni scatti del servizio fotografico realizzato da Steven Meisel. Una collezione che, come dichiarato dal designer, punta sul concetto di alieno per criticare le durissime politiche sull'immigrazione attuate dall'amministrazione Trump. Ma è bastata la didascalia accanto alla foto di Gigi Hadid, "L'unica cosa illegale di questa aliena è quanto sia bella", a scatenare la reazione degli utenti, che hanno accusato lo stilista di utilizzare una situazione d'emergenza per fini commerciali. Per smorzare le critiche Jeremy Scott, come riportato dall'Independent, ha poi modificato il post, spiegando le sue ragioni: "Ho dipinto le modelle per avviare una discussione su cosa sia esattamente un alieno. Sono arancioni, blu, gialli, verdi. Cosa importa? Sono nostri amici, vicini, colleghi, parenti e persone che amiamo"(a cura di Marisa Labanca)Foto Instagram Jeremy Scott