Salta al contenuto principale

Mafia cinese, arrestato il 'capo dei capi': "Da Roma a Prato cambiò 8 auto lungo la strada"

Viveva in un condominio di Roma ma aveva il suo "centro operativo" a Prato. Si chiama Zhang Nai Zong ed è considerato, nelle parole del Procuratore Capo di Firenze Giuseppe Creazzo, il "capo dei capi" della mafia cinese in Italia. Arrestato anche lui nel blitz contro l'organizzazione, "utilizzava scientemente la parola "mafia" per definire l'organizzazione, e quella di capo o boss per presentare se stesso". Temendo di essere pedinato "aveva cambiato auto 8 volte" nel percorso fra Roma e Prato. Al ristorante "gli altri cinesi si inchinavano verso di lui in segno di rispetto"