Salta al contenuto principale

Irlanda, scoperta una nuova "Stonehenge" grazie a un drone e alla siccità: risale al 4500 a.C.

"Che diavolo è", si sente nell'audio originale di queste riprese. "Riuscivo a ripetere solo 'wow' e qualche parolaccia". Ha descritto così l'emozione per la scoperta Anthony Murphy, il ricercatore che, volando con il suo drone sul sito archeologico di Brú na Bóinne, patrimonio dell'umanità e uno dei più importanti al mondo per i resti preistorici, ha scoperto un nuovo "henge". Insieme al fotografo Ken Williams, Murphy ha ripreso un enorme tempio megalitico circolare nel nordest dell'Irlanda risalente a 4500 anni fa."Siamo corsi a casa per vedere le immagini al computer, sapevamo che avevamo ripreso qualcosa di sensazionale". Gli archeologi l'hanno definita una scoperta irripetibile: i segni nella piana sono emersi grazie all'ondata di caldo che ha seccato l'erba. L'ultima volta che condizioni di siccità come questa si sono verificate in Irlanda era il 1976. Adesso ci vorrà del tempo per analizzare l'henge, il circolo megalitico, e per tracciare una storia dettagliata del tempio scoperto grazie alla dedizione e al volo di un drone. a cura di Felice Florio Video: YouTube/ <a href="https://www.mythicalireland.com">mythicalireland</a>