Salta al contenuto principale

Giorno della memoria, noi Anna Frank: "Ecco perché scrivo il diario"

Una ragazzina di appena 13 anni che improvvisamente si trova a vivere una realtà capovolta a causa delle leggi razziali. Dal focolare domestico, alla clandestinità e i piccoli gesti quotidiani che provano a sopravvivere in un contesto totalmente cambiato. Ecco chi è Anna Frank, autrice del diario più celebre nella storia della letteratura del 900'. In occasione del Giorno della Memoria, abbiamo seguito le prove generali dello spettacolo "Chiusa dentro" di Barbara Chiesa ispirato al Diario di Anna Frank che è stato riconosciuto dalla Fondazione Anna Frank di Basilea . Attraverso le voci dei giovani interpreti si ripercorrono gli accadimenti principali documentati dalla giovane Anna, una bambina scopertasi donna nello sfondo delle persecuzioni razziali.Una vita breve quella della giovane spezzata nel 1945 dal tifo mentre era rinchiusa nel campo di sterminio di Bergen Belsen, mentre tutta la famiglia eccetto il padre, raccontata durante la clandestinità nelle pagine del diario, morirà nei lager nazisti.Chiusa dentro andrà in scena nei matinée del 28 e il 29 gennaio al teatro Ramarini di Monterotondo. Dopo Chiusa dentro, la Tnt Company andrà in scena con "Io odio Sara", uno spettacolo sul bullismo, al teatro Quirino di Roma dall'11 al 14 febbraio Interpreti: Carolina Ajmone Marsan, Irene Billet, Valeria di Paola, Lucrezia Fiaschetti, Mariana Higuita, Sofia Iacuitto, Ilaria Orsi, Leonardo Pistella, Chiara Plati, Sofia Valvo, Carlotta ZampieriTesto e regia Barbara Chiesa, assistente alla regia Cristina Noci, costumi Mariella D'amico