Salta al contenuto principale

Fai, per Pupi Avati le antiche terme di Porretta sono 'un luogo dell'anima'

Continua la sfida a distanza fra i Prati di Caprara di Bologna e l'antico stabilimento termale di Porretta, a suon di iniziative e caccia al testimonial per conquistare voti nella classifica dei Luoghi del cuore del Fai, Fondo ambiente italiano. Fin dall'inizio fra i primi dieci siti in Italia, da qualche giorno le Terme di Porretta hanno scavalcato i Prati di Caprara e ora sono rispettivamente al 2° e 3° posto nazionale, alle spalle del fiume Oreto di Palermo. Se i Prati (<a href="https://www.fondoambiente.it/luoghi/bosco-ai-prati-di-caprara?ldc">ora a 10281 voti</a>) hanno potuto contare sull'impegno del comitato Rigenerazione no speculazione, sulle firme di migliaia di bolognesi e sull'appoggio di <a href="https://bologna.repubblica.it/cronaca/2018/09/09/foto/vandana_shiva_vota_i_prati_di_caprara_come_luogo_del_cuore_fai-205997507/1/#1">Vandana Shiva</a>, Porretta, col comitato Sos Terme Alte (<a href="https://www.fondoambiente.it/luoghi/antico-stabilimento-termale?ldc">oltre 11mila i voti</a>), ha raccolto il plauso e il sostegno di volti come <a href="https://bologna.repubblica.it/cronaca/2018/09/01/news/guccini_terme_porretta-205376882/">Francesco Guccini</a>, il vescovo <a href="https://video.repubblica.it/edizione/bologna/dopo-guccini-l-appello-del-vescovo-zuppi-per-salvare-le-terme-di-porretta/313876/314504">Matteo Maria Zuppi</a>, e ora anche Pupi Avati, che nelle terme dai dettagli liberty ha girato alcuni dei suoi film. Per Avati serve l'impegno di tutti per salvare quel sito dall'incuria e dall'abbandono perché "per molte generazioni", sottolinea il regista direttamente dal suo set, "è stato un luogo dell'anima" a cura di Micol Lavinia Lundari