Salta al contenuto principale

Per i pompieri del Primiero un'annata

di gran lavoro e l'impegno ad Amatrice

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
2 minuti 11 secondi
Con 6.854 ore di impegno in 517 interventi, i vigili del fuoco volontari di Primiero stanno per mandare in archivio un anno di grande lavoro, ma con numeri in flessione rispetto al 2016, caratterizzato da oltre 1.000 ore di intervento svolto ad Amatrice, dopo il terremoto.
A fornire i dati è la relazione dell’ispettore distrettuale Paolo Cosner, messa a punto in occasione della festività di Santa Barbara, patrona dei pompieri. 
Gli interventi in emergenza, compresi i soccorsi tecnici urgenti, sono stati pari a 229 per un totale di 1.823 ore uomo, in leggero calo del 7% rispetto al  2016.
Per quanto riguarda gli incendi civili, da ricordare quelli presso la ditta Serbatoi Cemin e due incendi su tetti di abitazione. Gli incendi di canna fumaria sono passati invece da 18 casi nel 2016 ai 14 interventi nel corrente anno. Rimangono pressoché invariati il numero di interventi per incidenti stradali  che ammontano a  23, oltre a 10 interventi per recupero mezzo o perdita di carico, per un totale di 33 interventi; stabili anche le chiamate per pulizia della sede stradale, con 10 interventi.
Se quelli di supporto all’elisoccorso  sono in lieve calo rispetto a quelli del 2016, con 58 interventi, il settore che riguarda la bonifica per insetti pericolosi (vespe, api, calabroni) registra 20 chiamate nel 2017.
I vigili del fuoco sono poi usciti 10 volte per allagamenti, 4 volte per soccorso animali, 22 volte per taglio piante, dovuti principalmente al violento nubifragio del giugno scorso (il 25 giugno 2017 alla centrale 112 sono arrivate oltre 2.000 richieste di soccorso).
Per servizi tecnici non urgenti, ci sono state 163 uscite: 6 per aperture porte e sblocco ascensori, 28 per latri servizi generici o a pagamento., 129 per manifestazuoni, mercatini, sagre, assistenza al traffico eccetera.
Molti anche i corsi di addestramento e formazione svolti nell’anno per i volontari: nella formazione opera il gruppo di lavoro Distrettuale GPS ricerca persona, composto da vigili di tutti i Corpi del Distretto, e fa parte dell’attività formativa anche la gara con autoprotettori OTB organizzata dal corpo di Mezzano in ottobre con oltre 180 iscritti, proveniente anche da altre regioni italiane. Infine, nelle attività di formazione è ricompreso anche il Campeggio Allievi svolto a San Martino di Castrozza. Un campeggio che ha avuto anche un risvolto solidale: «Dopo la realizzazione della scuola di Amatrice da parte della Protezione Civile Trentina, con la costruzione del tetto da parte della Comunità e dei Vigili del Fuoco di Primiero - spiega Cosner -, al Campeggio sono stati invitati e sono stati graditi ospiti 10 ragazzi della scuola di Amatrice e una accompagnatrice; è stato un breve ma intenso momento per incontrare coetanei, per fare con loro attività e che speriamo possa averli aiutati a superare le difficoltà emotive  causate da questo interminabile sisma».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?