Salta al contenuto principale

Imer, la minoranza se ne va

Dimissioni in Consiglio

Bettega: "Impossibile collaborare con la Giunta"

Chiudi

Imer

Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
! minuto 52 secondi

Da lunedì 6 novembre il Comune di Imer non ha più una minoranza.

I componenti della lista elettorale «Per Imer» hanno depositato in mattinata presso il comune le irrevocabili dimissioni da consiglieri.
Alla base della decisione una complicata convivenza con il sindaco Gianni Bellotto, tanto da portare il gruppo di maggioranza, a questa forte decisione.

Gli ormai ex consiglieri Pio Decimo Bettega, Dino Doff Sotta, Silvano Angelani, Hanna Marianna Wittmann e Anna Tomas non verranno sostituiti.
Anche i componenti della lista perdente le elezioni del 2015 che non erano entrati in consiglio si sono infatti dichiarati indisponibili ad assumere la carica di consigliere. Il Comune di Imer proseguirà così la legislatura con la sola maggioranza.
«Noi della minoranza abbiamo fatto diverse interrogazioni - afferma il capogruppo Pio Decimo Bettega - che non sono state prese in considerazione, rendendo così impossibile qualsiasi dialogo. Sono state fatte tante promesse dalla maggioranza, ma i fatti non si sono visti. Il paese sta andando allo sfascio e non vogliamo più essere partecipi del degrado del paese. Speriamo che vadano avanti lo stesso anche senza di noi».
Molte le critiche fatte dalla minoranza. Gli spazi verdi e i parchi non curati, la condizione delle strade, lo scarso allacciamento dei privati al teleriscaldamento, la mancanza di parcheggi che obbliga le macchine a parcheggiare a lato della strada, con pericoli per i pedoni in transito.

«Dal 2010 sono pronti i progetti per i parcheggi interrati sotto le scuole e sotto il municipio - continua Pio Decimo - ma visto che li abbiamo proposti noi nella precedente legislatura tutto è ancora fermo».
Viene contestata inoltre la manutenzione della zona in località Giare. «La maggioranza disse che la avrebbe sistemata, invece è stato aggiunto altro degrado a quello già esistente».

Vengono poi criticati i ritardi nei lavori di sistemazione della discarica e l’errata tempistica dei lavori al cimitero, cominciati solo qualche giorno prima del giorno di Tutti i Santi. «L’archivio storico della canonica di Imer è stato trasferito a Mezzano. Con tuti i locali vuoti che ha Imer, non si poteva tenere qua? Perché lo hanno portato a Mezzano?» si chiede Pio Decimo, secondo il quale il comune sarebbe in conflitto anche con il Gruppo Attività Ricreative Imer (G.A.R.I.), avendo ignorato le sue recenti attività.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?