Salta al contenuto principale

Primiero, niente strutture

per i giovani dello skateboard

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
0 minuti 39 secondi
Non è una vita facile per gli amanti dello skateboard, in Primiero: nell'intera vallata, infatit, mancano strutture dedicate alla pratica di questa attività sportiva.
 
Un vuoto di infrastrtture che scoraggia i giovani: pochi quelli che malgrado tutto ci provano.
 
Fra quelli che non demordono c'è Davide Crepaz, classe 2000, di Fiera di Primiero, che però per allenarsi e incontrare altri skater, spesso  la domenica sale sui mezzi pubblici (corriera più treno) per raggiungere Trento: tre ore di viaggio per coltivare la grande passione dello skateboarding.
Per il resto gli allenamenti e le performance avvengono in solitaria, in valle, come testimoniato da questo video.

Forse anche i ragazzi del Primiero meriterebbero uno spazio dedicato alla tavola con le ruote...

Davide Crepaz Videopart

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy