Salta al contenuto principale

Rurale Valsugana-Tesino

fusione a tre contro la crisi

Via libera dei Comitati alla nuova Cassa

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 30 secondi

Cassa Rurale Valsugana e Tesino con sede a Borgo. Questo il nome della nuova Cassa rurale che nascerà dalla fusione tra le tre rurali della zona (Cross, Roncegno e Valsugana-Tesino). Il protocollo di fusione è stato approvato, all’unanimità, dai tre comitati che dall’autunno scorso hanno iniziato un percorso comune.

Una Cassa Rurale che potrà contare su 130 collaboratori, 29 filiali (tre anche in Veneto) con la direzione assunta dall’attuale direttore della Cassa Rurale Valsugana e Tesino Paolo Gonzo. I contenuti dell’accordo sono stati presentati a Scurelle, presso la filiale della Cross, dai tre presidenti Paolo Luigi Capra, Zanetti e Marco Hueller e dai tre direttori (Paolo Gonzo, Alberto Rensi ed Enzo Boso).

Il progetto sarà presentato ai soci in occasione delle pre assemblee, ad eccezione di Roncegno. La nuova rurale decollerà dal 1 gennaio 2017. Entro maggio tutte e tre le basi sociali saranno coinvolte nelle assemblee generali: venerdì 6 Roncegno, sabato 21 la Cross e venerdì 27 la Valsugana - Tesino. Altri dati della nuova Cassa Rurale Valsugana e Tesino. I soci saranno 8.542, quasi 30 mila clienti, 927 milioni di risparmio amministrato e 558 milioni di prestito. Di scelta di responsabilità ha parlato Luigi Capra con Marco Hueller che ha sottolineato l’importanza della decisione che apre un nuovo ciclo per il futuro. Il patrimonio sarà di oltre 80 milioni di euro per una realtà che esprime un Cet1 (il rapporto tra patrimonio netto e attività di rischio) del 17,27%.

I tre comitati hanno deciso che, in via transitoria, per il primo mandato triennale il consiglio d’amministrazione sarà di 12 componenti: 6 espressi dalla ex Cr Valsugana-Tesino, 4 dalla ex Cross e 2 dalla ex Roncegno. Il presidente sarà eletto dall’assemblea, tra i 12 eletti nel cda. Dal mandato successivo, il consiglio di amministrazione scenderà a 9 membri, oltre al presidente e potranno restare in carica per un limite massimo di quattro mandati consecutivi.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy