Salta al contenuto principale

Lago di Cavedine, progetto preliminare

per sistemare via Lastoni

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 39 secondi
Un pacchetto di interventi tesi alla sicurezza della viabilità veicolare entro i confini del territorio cavedinese. Dalla giunta guidata da Maria Ceschini arriva il benestare alla progettazione preliminare di manutenzione straordinaria di via Lastoni in località «Lago»(foto) ovvero un tratto bitumato inquadrato come più urgente da sistemare, stando agli esiti di un recente monitoraggio. L’intera rete viaria di competenza è finita sotto la lente d’ingrandimento, sottoposta a indagine conoscitiva accompagnata da schede di censimento e pianificazione dei lavori d’adeguamento auspicabili efficaci e ragionevolmente tempestivi. «Si tratta di opere nel bilancio 2018-2020, con 95 mila euro già stanziati per mettere in sicurezza la nostra viabilità», rende noto l’ufficio tecnico comunale di via XXV Aprile alludendo alla cifra di 60 mila euro arrivata dall’ex Fondo investimenti, quando invece i restanti 35 mila euro rientrerebbero nella voce contributi di concessione. L’esecutivo Ceschini concentra l’attenzione sui prossimi passi operativi, quelli per la stesura degli elaborati tecnici definitivi e per la cantierizzazione dell’area.
«La situazione di alcune nostre strade comunali - si legge nell’atto deliberativo, a conferma della perentorietà delle migliorie infrastrutturali legate ad aspettative incardinate su moderni ed esigenti standard qualitativi - impone un intervento deciso per rendere più sicura la circolazione», fatto sta che il progetto firmato Michele Senes contempla l’installazione di guardrail nei tratti di percorrenza in prossimità del bacino lacuale unitamente al consolidamento di murature di controripa e cordoli laterali nell’abitato di Vigo Cavedine. Un ulteriore provvedimento è stato adottato a favore dell’efficientamento energetico dell’illuminazione pubblica: in spiccioli, la completa e imminente sostituzione delle lampade in funzione lungo la strada provinciale 84 - per la quale sono accantonati ulteriori quattrini, circa 60 mila euro - con dispositivi di nuova generazione utili ad assicurare netti miglioramenti sotto il profilo del consumo di kWh e, al contempo, della qualità visiva percepibile. Della nuova impiantistica si sta occupando l’ingegner Roberto Giordani intendendo, passo per passo, portare a pieno compimento un investimento di notevole impatto per la locale viabilità.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy