Salta al contenuto principale

Alzheimer, sette giorni di eventi

per capire, aiutare e prevenire

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
1 minuto 53 secondi

Uno spettacolo musicale e uno spettacolo teatrale.

Sarà all'insegna dell'arte il contributo della Rsa Vannetti alla settimana dell'Alzheimer fest, evento che in tutta la provincia, e quindi anche in Vallagarina, si propone di accendere la luce sulla malattia di Alzheimer. Perché è importante veicolare informazioni, sia a beneficio dei malati che dei loro familiari, ma soprattutto a beneficio di chi oggi è sano, e con la prevenzione tanto può fare per non incappare in quello che è l'incubo di ognuno: la demenza. 

«La Apsp Vannetti ha deciso di interpretare il progetto rendendo protagonisti i residenti, coinvolgendo realtà esterne, in particolare i giovani e scardinando il luogo comune che vede la casa di riposo come un luogo dove la vita è piatta e si fanno sempre le stesse cose», ha osservato la presidente della casa di riposo Vannetti Roner, assieme all'intero Cda (in foto) .

Due gli eventi proposti e organizzati nella «Casa rossa».

Il primo all'insegna della musica: oggi, giovedì alle ore 19, alla Vannetti sarà proposto «Che banda!», concerto della banda musicale giovanile di Pomarolo, diretta dal maestro Mattia Grott, assieme ai residenti nella Rsa, coordinati dall'educatrice e musicoterapista della Vannetti Angela Nave. 

Il secondo appuntamento è ancora più ambizioso. Gli ospiti della Vannetti saliranno su un palco vero, quello del teatro di San Giorgio, per lo spettacolo «La fiaba di Cinderella» (venerdì alle 20): sette utenti della Rsa, coinvolti da Ludovica Candiani, assistente sociale nella struttura, porteranno in scena la fiaba di Cenerentola, assieme alle attrici del centro teatro danza Clochart.

«Ho visto le prove - osserva la presidente Roner - e devo dire che si tratta di una proposta splendida, persino commovente».

La rappresentazione sarà preceduta dall'intervento dei dottori Sandro Feller e Fulvo Spagnolli, dell'associazione Alzheimer Aima, che si concentreranno su un concetto fondamentale: la prevenzione. «Con l'invecchiamento della popolazione l'Alzheimer è in crescita - osserva Feller - ma con un trend inferiore a quello previsto anni fa. Questo rallentamento è collegabile alla prevenzione.

Perché ci si è resi conto che stili di vita, cure precoci di altre malattie, movimento e sana alimentazione, possono davvero prevenire l'insorgere delle demenze».

Oltre alla Vannetti, c'è tutta la Vallagarina che si è messa in moto, per l'Alzheimer fest: già dal 6 giugno sono iniziate le iniziative.

Fino al 16 giugno nelle biblioteche della Vallagarina ci sarà l'angolo Alzheimer, con letture dedicate.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy