Salta al contenuto principale

Pacchi alimentari ai bisognosi:

asse Comune - Parrocchia a MOri

Tempo di lettura: 
0 minuti 46 secondi

La giunta di Mori stanzia un contributo di 3.500 euro a favore della Caritas della parrocchia di Santo Stefano. Fin dal 2017, è attivo uno schema di accordo il cui obiettivo è sostenere la distribuzione di pacchi alimentari a singoli o a nuclei familiari residenti a Mori che vivono in condizioni di disagio economico. Il contributo dal Comune copre parte dei costi che la Caritas sostiene. L’assessore alle Politiche sociali, Roberto Caliari, spiega: «Il Trentino, pur vantando indicatori di qualità della vita tra i più elevati d’Europa, presenta una fascia di popolazione che fatica ad arrivare a fine mese. A Mori ci sono organizzazioni di volontariato che aiutano le famiglie in difficoltà. La più nota di queste è il centro di solidarietà e ascolto della parrocchia, che da molti anni fornisce pacchi alimentari a queste famiglie, grazie anche ad aiuti economici da parte di non pochi cittadini. Da 6 anni anche il Comune aiuta la parrocchia nell’acquisto di prodotti».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?