Salta al contenuto principale

Pacchi alimentari ai bisognosi:

asse Comune - Parrocchia a MOri

Tempo di lettura: 
0 minuti 46 secondi

La giunta di Mori stanzia un contributo di 3.500 euro a favore della Caritas della parrocchia di Santo Stefano. Fin dal 2017, è attivo uno schema di accordo il cui obiettivo è sostenere la distribuzione di pacchi alimentari a singoli o a nuclei familiari residenti a Mori che vivono in condizioni di disagio economico. Il contributo dal Comune copre parte dei costi che la Caritas sostiene. L’assessore alle Politiche sociali, Roberto Caliari, spiega: «Il Trentino, pur vantando indicatori di qualità della vita tra i più elevati d’Europa, presenta una fascia di popolazione che fatica ad arrivare a fine mese. A Mori ci sono organizzazioni di volontariato che aiutano le famiglie in difficoltà. La più nota di queste è il centro di solidarietà e ascolto della parrocchia, che da molti anni fornisce pacchi alimentari a queste famiglie, grazie anche ad aiuti economici da parte di non pochi cittadini. Da 6 anni anche il Comune aiuta la parrocchia nell’acquisto di prodotti».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy