Salta al contenuto principale

A Folgaria sostegno per i malati di Alzheimer

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
1 minuto 4 secondi

Spesso la mente delle persone corre in avanti, lascia il corpo in un posto e lei va a scoprire altre praterie. Si diventa vecchi e con gli anni qualcosa, o meglio qualche «file», si scolla. «Alzheimer in casa» è un progetto della Magnifica Comunità degli Altipiani Cimbri e dell’Apsp Casa Laner di Folgaria che, in collaborazione con Aima e Azienda sanitaria, mette in programma serate specifiche sul tema.

Ad interpretarle alla casa di riposo di Folgaria ci sarà il dottor Fulvio Spagnolli. Il il tema all’ordine del giorno sarà «la malattia di Alzheimer, segni e sintomi». Tema importante che riguarda la quotidianità, le famiglie e la società evoluta. Spesso le famiglie che ospitano un malato di Alzheimer si sentono sole, debbono sottostare a ritmi della vita fuori dal comune, spesso la tristezza prende il sopravvento e in questo contesto è difficile poter costruire socialità, creare serenità. Il giorno 17 dicembre sempre alle ore 20.30 a Casa Laner, interverranno  le infermiere Cristina Sanfelici e Sara Fatturini che ogni giorno  affrontano con rispetto, professionalità ed umanità  i malati di Alzheimer. Con le due relatrici ci sarà Antonio Libardi, coordinatore servizi sociosanitari. Si parlerà di strutture, assistenza ma soprattutto di relazioni. Una comunità che invecchia, che non sa con coraggio affrontare questi problemi, è una Comunità che balbetta.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy