Salta al contenuto principale

Le merlettaie che fecero l'abito di Sissi

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
! minuto 37 secondi
L’Istituto Cimbro e l’Associazione Merletto di Luserna (sorta nel 2013) hanno organizzato presso l’isola etnica - linguistica per sabato e domenica prossimi (1 e 2 settembre) il primo festival del merletto (Khnòpplspitz). «Saranno due giorni intensi dedicati alla nostra tradizione e alla nostra cultura, l’arte del merletto a Lusérn è ancora viva e rappresenta qualcosa di speciale», sostiene Barbara Pierpaoli, autrice anche di un libro sulla storia del merletto a Luserna. È una tradizione antica quella delle merlettaie cimbre, la cui arte viene ricordata anche in alcuni spezzoni del film Resina (Rai - Trentino Commission) del regista Renzo Carbonara.  
La scuola di Luserna del merletto affonda le radici nel lontano ’800, e nel secolo breve ha trovato la sua consacrazione tanto che quassù si afferma che le particolarità dell’abito nuziale della principessa Elisabetta di Baviera (Sissi) fossero state confezionate dalle sapienti mani delle merlettaie di Luserna. 
Il festival vuole essere anche un incontro didattico che vede la partecipazione delle delegazioni di Cles, Iavre, Predazzo, Proves, Aldeno e Cembra.  Il festival si aprirà sabato primo settembre alle 10 con il saluto delle autorità ed i canti della corale Polifonica Cimbra diretta da Nadia Paolaz. Seguirà una conferenza dal titolo Il merletto oggi, prospettive e potenzialità commerciali. In sala Bacher si taglierà il nastro della mostra Il merletto trentino oggi, che resterà aperta anche domenica quando nella bellissima piazza Marconi si terrà il mercatino del merletto, un vero e proprio confronto delle scuole ancora attive in Trentino. E proprio grazie all’associazione Merletto di Luserna, che ha organizzato tanti e diversi viaggi culturali alla scoperta dell’arte del merletto, anche tantissime giovani hanno intrapreso il lavoro con il tombolo, all’interno di un progetto che poggia su basi solide, una tradizione che nel paese degli ultimi cimbri rimasti significa legame con la propria storia. Il festival sarà anche impreziosito da spazi dedicati ai bambini, da intrattenimenti musicali e da assaggi eno-gastronomici.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?