Salta al contenuto principale

Le donne e la guerra, con Francesca Melandri e Antonia Arslan

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
! minuto 9 secondi
Donne e guerra: di questo si parlerà nel festival «Tra le rocce e il cielo».
Questi gli appuntamenti da non perdere: venerdì 19 agosto al teatro di S.Anna in Vallarsa dalle 9 ci sarà il convegno «L’elmo di Atena» con i rappresentanti delle lingue madri - ladini, mocheni, cimbri, walser, occitani e friulani - che porteranno la testimonianza storica dei loro territori conducendo un’analisi sociologica di quello che è stato il ruolo della donna in tempo di guerra. Il pomeriggio, invece, sarà dedicato alla contemporaneità. La figura e il ruolo della donna sarà presentato e analizzato all’interno degli scenari bellici contemporanei della Siria, del Kurdistan, dell’Afghanistan, della Turchia e del Libano.
 
Per i più piccoli, ma non solo, sarà possibile, dalle 15 al Tendone di Riva di Vallarsa, partecipare al laboratorio musicale di riciclo creativo curato dall’associazione Mani Tese, che si occupa da più di 50 anni di cooperazione e sviluppo tra Nord e Sud del Mondo.
 
La sera, alle 20.30 in sala Caritro a Rovereto, l’argomento verrà ripreso con la conferenza «La guerra negli occhi delle donne»:  Antonia Arslan, autrice del bellissimo libro «La massesia delle allodole» dedicato al genopcidio armeno e Francesca Melandri (nella foto) che con «Eva dorme» si è occupata della storia del Sudtirolo, discuteranno con l’antropologo e scrittore Annibale Salsa del ruolo delle donne nel corso dei conflitti del ‘900.        

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?