Salta al contenuto principale

PuliAmo Canova record
Il quartiere è ripulito

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 53 secondi

Ritrovarsi in 90 a pulire il proprio quartiere: è successo ieri a Gardolo dove il comitato PuliAmo Canova ha centrato in pieno l'obiettivo di promuovere il senso civico riunendo un numero record di persone, fra le quali molti ragazzi e famiglie. «Oltre alla raccolta in sé, crediamo che farci vedere per strada con gilet, sacchetti e scope sia un esempio di rispetto dell'ambiente apprezzato e "contagioso"» spiega Tiziana , fra le promotrici della giornata iniziata con la raccolta al mattino in via Giarette. Ben 35 persone, fra cui i ragazzi per l'unità dei Focolarini e gli scout. A guidarli in questo caso Giovanna : stavolta le adesioni sono state così tante che le squadre del mattino si sono spinte al sottopasso per Roncafort, in via Soprasasso e sull'area ex Pioppeto. «Raccogliamo migliaia di mozziconi, si tratta di una piaga ambientale» assicurano i volontari. C'è poi l'ormai noto problema (a quando una recinzione?) delle siringhe negli spazi fra il cimitero e una cabina elettrica al passaggio a livello di via Aeroporto. Seconda «manche» di raccolta al pomeriggio a Canova, apoteosi di giornata vista la presenza di 50 persone fra residenti, simpatizzanti (fra i quali l'assessora comunale ai Beni Comuni Chiara Maule ) e i ragazzi ed educatori del gruppo Gap dell'Anffas. Anche in questo caso l'ormai rodato team di canovèri ha organizzato delle squadre, ben 5. «Abbiamo coperto tutta Canova» spiega Tiziana «da via Bolzano a via della Canova, da via Bassa alle laterali come le vie Avisio, Noce e Isarco». Diversi gli attestati di stima raccolti per strada, dai caffè offerti, alle scope portate da un esercente cinese. Tutti colpiti dalla laboriosità contagiosa. Cosa si trova sulle strade? «Oltre alle sigarette, lungo via Bolzano sacchetti di pannolini e immondizie di ogni genere. In altri punti, dove forse servirebbe una ruspa per raccogliere tutto, troviamo pezzi di biciclette, materassi e persino tv». Riempiti - con l'aiuto indispensabile per il trasporto di Marco Santuari - tre grossi bidoni di indifferenziato, oltre a sacchi di carta, vetro e plastica: li smaltirà Dolomiti Ambiente domani. Al termine della fatica, merenda di gruppo nella piazzetta di Canova. Una giornata baciata dal sole, resa possibile dai contributi delle realtà del territorio: coop Arianna, associazione Carpe Diem, gruppo AMA e i ragazzi della fondazione comunità solidale dell'Arcidiocesi, oltre alla Circoscrizione di Gardolo.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy