Salta al contenuto principale

Trento: dai vigili urbani a camionisti

due multe per 9 mila euro

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 2 secondi

Due multe per un importo complessivo di 9.132,5 euro ed il fermo amministrativo del veicolo per gravi irregolarità dovute al mancato rispetto dell’autorizzazione bilaterale Italia - Turchia: queste le conseguenze per l’autista di un autorticolato con targa turca fermato dalla polizia locale di Trento nei pressi dell’Interporto.

Il mezzo pesante trasportava un carico di mele e durante la verifica della documentazione di trasporto gli operatori della polizia locale hanno riscontrato delle violazioni che prevedono la ricostruzione della «filiera» del trasporto, in modo da individuare i soggetti che possono essere chiamati a rispondere degli illeciti commessi dal conducente del veicolo utilizzato per il trasporto di merci in conto terzi.

In questo caso sono state individuate due ditte italiane che avevano affidato un trasporto nazionale al vettore turco in palese violazione delle norme sul trasporto internazionale. Entrambe sono state chiamate a rispondere della violazione, che prevede una sanzione pecuniaria di 3.098 euro.

Sempre nella stessa giornata, la polizia locale ha fermato un veicolo con targa slovena, accertando la presenza di un sensore di movimento del cronotachigrafo non regolare. Il pezzo meccanico, dopo la verifica presso una officina tecnica autorizzata, è stato smontato e sequestrato, mentre il conducente, a cui è stata ritirata la patente, dovrà pagare una sanzione amministrativa di 849 euro.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy