Salta al contenuto principale

Dal 24 il Mercatino di Natale

Ecco tutte le (molte) novità

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
4 minuti 21 secondi

La parola d’ordine è «novità», dalle luminarie alla grafica delle brochure. Pur nel rispetto di una tradizione che va avanti da 25 anni, e la cui regia, quest’anno, sarà interamente curata dall’Apt. Il Mercatino di Natale di Trento è quasi pronto per accogliere ancora una volta turisti e locali, nelle due piazze che, dal 24 novembre al 6 gennaio, saranno il cuore della manifestazione: piazza Fiera, dove ci saranno 70 casette, e piazza Battisti, con 22 espositori. I dettagli di questa nuova edizione sono stati presentati ieri dalla direttrice dell’Apt Elda Verones e dall’assessore comunale alle attività produttive Roberto Stanchina, in una conferenza stampa a Palazzo Geremia alla quale hanno preso parte anche molti rappresentanti delle aziende che quest’anno sono state scelte per animare il Mercatino.

Proprio in tema di novità, per questa edizione ci saranno diciotto «new entries» tra artigiani e imprese attive nella ristorazione. Un modo per garantire, come prescritto dal nuovo regolamento, il turn-over tra aziende. Complessivamente, poi, la manifestazione ospiterà 92 espositori, di cui 36 imprese artigiane, 34 legate alla vendita di prodotti tipici e 22 per l’enogastronomia. L’offerta, come ogni anno, sarà variegata: dagli infusi bio alle decorazioni natalizie, e poi vin brulé, piatti tipici trentini e prodotti del territorio come formaggi e distillati. L’inaugurazione è prevista per venerdì 24 novembre: alle 17 in piazza Fiera, poi alle 18 in piazza Battisti e, alle 19, l’illuminazione dell’albero di Natale in Piazza Duomo.

Piazza Battisti, intanto, si presenterà con un look interamente rinnovato. «Perchè per noi c’è un solo mercatino, su due piazze», ci ha tenuto a specificare Verones rispondendo indirettamente a qualche malumore già registrato lo scorso anno, con i titolari delle casette poste nella piazza più piccola che avevano lamentato una sorta di «isolamento» rispetto a chi si trovava in piazza Fiera. E quindi nuova illuminazione, e la medesima insegna di benvenuto, quest’anno con una grafica rivoluzionata, che verrà posizionata all’ingresso di entrambe le aree. Anche per collegare simbolicamente le due piazze, oltre al percorso luminoso pensato dall’azienda francese Blachère, verrà installato un impianto di filodiffusione: i visitatori potranno godere di un sottofondo musicale a tema, ma verranno trasmesse anche informazioni utili su appuntamenti in programma per la giornata e curiosità sul capoluogo e i luoghi da visitare. Un’altra novità, per l’aspetto dell’accoglienza, riguarda la presenza diretta dell’Apt in entrambe le piazze: l’azienda metterà quindi in campo il suo personale con due punti informativi aggiuntivi oltre a quello tradizionale in Piazza Duomo. Oltre a questo, vi sarà anche una nuova segnaletica che farà da guida ai visitatori e una nuova numerazione delle casette.

Nessun dettaglio è stato tralasciato, e così perfino le shopper del Mercatino hanno subìto un re-styling: saranno di colore rosso, in tre diverse dimensioni, e rigorosamente in carta eco - certificata.  Ci sono poi le tre brochure - chiave dell’evento: il catalogo degli espositori, la mappa e la novità di quest’anno, «Natale a tavola», con un elenco di ristoranti convenzionati che propongono menu fissi. Per i tre depliant i colori saranno rispettivamente rosso, verde e giallo. Un occhio di riguardo anche all’ambiente: «Sarà un Mercatino davvero green - ha annunciato Verones - e oltre alla promozione di cibi regionali, stagionali e bio, ci doteremo di piatti di pane, stoviglie lavabili e compostabili, con un sistema di raccolta differenziata efficiente. Il nostro fornitore di energia pulita al 100%, inoltre, sarà Dolomiti Energia». L’impegno per la mobilità sostenibile sarà duplice: da un lato con i treni e bus locali che collegano le valli al capoluogo, dall’altro torneranno come di consueto i treni storici, che collegheranno la Lombardia direttamente al Trentino. A tema green anche Santa Maria Maggiore, la piazza dedicata alle famiglie e quest’anno gestita in partnership con la Coldiretti: un percorso a tema sulle fattorie didattiche, con animali e tante attività ludiche.

E la Notte bianca? Si terrà il 5 gennaio, come ha annunciato l’assessore Stanchina. «Una data - ha spiegato - che coinciderà con l’avvio dei saldi: un modo per venire incontro ai commercianti del centro e per permettere agli espositori di far fuori un po’ di scorte in vista della chiusura del Mercatino». Qualche novità è stata preannunciata anche per piazza Dante, «ma la sveleremo nei prossimi giorni, e sono certo che rimarrete stupiti», ha concluso Stanchina.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?