Salta al contenuto principale

Addio a Cesare de Abbondi

Storico farmacista di Trento

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
! minuto 48 secondi

Grande lutto nel mondo dei farmacisti trentini. Si è spento Cesare de Abbondi, storico professionista della città, e per anni titolare della farmacia Santa Croce, oggi gestita dal figlio Edoardo (nella foto insieme al padre Cesare) con la sorella Alessia.

Classe 1925, Cesare de Abbondi aveva ereditato la passione per la professione dal padre, Umberto, che aveva acquistato la farmacia Santa Croce quando l’ospedale (allora in zona) l’aveva messa in vendita in quanto ne aveva aperto una interna. Alla morte del papà, che aveva avuto un malore proprio in farmacia, era subentrato appunto il figlio Cesare.

«È stato uno dei farmacisti storici della città - lo ricorda con affetto l’attuale presidente dell’Ordine, Bruno Bizzaro - . Una memoria storica, molto attivo all’interno della categoria, spessissimo in prima fila in tutte le iniziative formative».

Nonostante l’età, fino a pochi anni fa Cesare de Abbondi passava dalla farmacia per salutare e incontrare qualche vecchio e affezionato cliente. «Aveva dedicato la sua vita alla professione - conferma il figlio Edoardo - Non gli piaceva essere in prima fila, e infatti, a differenza mia e del nonno, non aveva mai ricoperto il ruolo di Presidente dell’Ordine. Era stato però vicepresidente e comunque sempre attivo nel confrontarsi con i colleghi sui grandi tempi legati alla professione. Era stato anche uno dei fondatori di Unifarm, creata proprio per migliorare il servizio farmaceutico in Trentino».

Nel 2004 Cesare de Abbondi aveva anche ricevuto l’onoreficienza, concessa dall’allora presidente della repubblica Carlo Azeglio Ciampi, di Grande ufficiale proprio per i cinquant’anni spesi dietro il banco della farmacia di via Santa Croce.

Per de Abbondi non solo lavoro, inteso nel senso più nobile del termine, ma anche una grande attenzione alla famiglia, alla moglie Elisabetta e ai suoi quattro figli. «Durante l’estate amava viaggiare - ricorda ancora il figlio Edoardo - e ci ha portato in tutt’Europa. Anche da giovane si era avventurato con improbabili automobili verso il Nord Europa e poi con noi figli, con il camper,  in moltissimi posti, in Italia e fuori».

I funerali si terranno martedì 17 ottobre, alle ore 14, presso la chiesa del Santissimo in via Santa Croce a Trento.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?