Salta al contenuto principale

Traffico: in media due veicoli

per ogni residente in città

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
! minuto 20 secondi

A fronte di una popolazione di poco superiore alle 117mila unità, il Pubblico registro automobilistico di Trento (Pra) conta 260.865 veicoli a nome di cittadini residenti in città. In pratica, è come se ogni residente, compresi i bambini ed i ragazzi con meno di 18 anni, disponesse di più di due mezzi (2,22).

Il dato, che denota una crescita del 17% rispetto all'anno precedente, emerge dall'Annuario statistico comunale, e comprende sia i mezzi privati, che compongono la stragrande maggioranza di quelli registrati, sia gli autocarri per il trasporto di merci, gli autobus, i veicoli speciali, le trattrici ed i rimorchi (in percentuale comunque nettamente inferiore rispetto alle auto). L'aumento di vetture, registrato a partire dal 2012, sarebbe da imputarsi soprattutto alle politiche fiscali vantaggiose presenti in provincia di Trento (dove l'imposta di trascrizione ed i costi assicurativi sono inferiori rispetto a quelli del resto d'Italia). Tuttavia, ha comportato una flessione nell'utilizzo dei mezzi pubblici, che, nel 2015, hanno trasportato 20 milioni e 293 mila persone, il 2% in meno di quelle trasportate l'anno precedente.

Secondo i dati raccolti nel Pra, l'81,8% dei veicoli registrati da privati residenti nel capoluogo sono autovetture, l'11% autocarri da trasporto ed il 4,5% motocicli. La maggior parte delle automobili circolanti sono nuove o relativamente nuove: il 66% è infatti Euro 5, mentre il 12% sono Euro 6. Malgrado l'ampio impiego di mezzi privati, gli autobus hanno percorso un numero di chilometri superiore del 4% rispetto al passato, mentre le piste ciclabili cittadine (comunali e provinciali) sono arrivate nel 2015 a superare i 58 chilometri, un dato che è raddoppiato nel corso degli ultimi dieci anni.

In crescita, in ultimo, l'impiego della funivia Trento-Sardagna, che ha trasportato lo scorso anno 132.974 persone, il 4% in più del 2014.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?