Salta al contenuto principale

Scritte offensive contro Fugatti

sul Trincerone dello Zugna.

Sdegno del sindaco e dei partiti

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
2 minuti 55 secondi

Sono comparse nella notte scritte offensive e minacce - tracciate con la vernice sul Trincerone del monte Zugna - rivolte al presidente della Provincia Fugatti, e che fanno accenno soprattutto al progetto di uscita dell'Autostrada della Valdastico nelle valli del Leno. Lo annuncia il Comune di Rovereto, esprimendo solidarietà al Presidente da parte del Sindaco di Rovereto Francesco Valduga.

«Esprimo la mia solidarietà al Presidente e condanno la stupidità di chi si rende autore di tali oltraggiose azioni che vanno anche a deturpare un luogo della memoria ed esprimono quindi una duplice mancanza di rispetto. Sono azioni ignobili, che condanniamo con fermezza» afferma Francesco Valduga.

 A seguito di disposizioni urgenti da parte del sindaco Francesco Valduga - informa una ulteriore nota del Comune di Rovereto - l’area del Trincerone interessata dalle scritte contro il presidente della Provincia, Maurizio Fugatti, è stata già raggiunta dalle squadre che, su indicazione del dirigente del Servizio tecnico, Luigi Campostrini, e dei custodi forestali, stanno svolgendo le operazioni di pulizia e ripristino. 

Immediata la solidarietà dei leghisti: «Le minacce di morte di qualche nazi-ambientalista nei confronti di Fugatti non possono far altro che convincerci del fatto che a non volere la realizzazione della Valdastico sia solamente un gruppo di facinorosi giunto persino a minacce di morte nei confronti del Presidente della Provincia, compiendo un gesto che deve essere condannato da tutte le forze politiche. Si può essere d’accordo o meno su un’opera che certamente aiuterà l’economia del Trentino e soprattutto di una città per troppi anni abbandonata a se stessa come Rovereto, ma il confronto deve essere civile e non può ridursi a un tale linguaggio d’odio e di morte. Mi pare che forze politiche come la Lega, per decenni all’opposizione, non si sia mai espressa così in questi anni. Da parte mia e di tutto il gruppo consiliare la massima solidarietà al Presidente Fugatti» scrive in una nota dal Capogruppo della Lega Mara Dalzocchio.

«Non saranno certo ignoti e codardi imbecilli a fermare il Trentino dei sì, quel Trentino che vuole uno slancio culturale, sociale ed economico che passa anche attraverso la realizzazione di infrastrutture necessarie per lo sviluppo del nostro territorio. La massima solidarietà a nome mio e di tutta la Lega al Presidente Fugatti, con il nostro caldo invito a non lasciarsi intimidire da questi ignoti facinorosi e di proseguire con la realizzazione di opere che il Trentino sta aspettando da troppi decenni». Lo scrive in una nota il segretario della Lega Salvini Trentino, Mirko Bisesti. 

A seguire, le reazioni anche degli altri partiti. «Futura condanna senza remore qualsiasi scritta irriguardosa o ingiuriosa verso chiunque e in particolare nei confronti di chi rappresenta l’istituzione provinciale trentina come il presidente Fugatti. La politica dell’odio non porta da nessuna parte. Futura crede nell’opposizione come resistenza civile e nonviolenta, anche a livello verbale. Per questo condanna fermamente le minacce di morte al presidente della Provincia apparse sul Trincerone». Lo scrive in una nota il direttivo di Futura.

«Voglio esprimere la mia solidarietà al Presidente della Provincia autonoma di Trento Maurizio Fugatti per le oltraggiose intimidazioni subìte. In un Paese libero e democratico, è un diritto e dovere di tutti rispettare le idee altrui anche se non se ne condividono i contenuti. È inaccettabile l’utilizzo delle minacce e intimidazioni. In politica, così come in qualunque altro contesto sociale, queste forme di violenza devono essere condannate» dichiara in una nota la senatrice trentina di Forza Italia, Donatella Conzatti.

 

 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy