Salta al contenuto principale

Pugni e minacce

in via Lungo Leno

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 31 secondi
Brutto episodio di violenza nel primo pomeriggio di martedì in via Lungo Leno sinistro, a Rovereto, a poche centinaia di metri dal centro storico della città. Erano le 13 e 15 quando due uomini, per motivi da chiarire, si sono presi a pugni lungo la strada.
 
Si è trattato di un brutto litigio accaduto nella zona del parco di Santa Maria, a cui hanno assistito anche alcune persone che in quel momento erano di passaggio in quella zona e che sono state spaventate dalla foga dei due. Uno di loro aveva perfino il viso sanguinante dopo la lotta. C’è stato anche chi ha tentato di separare i due contendenti: due ragazzi in particolare sono accorsi nel tentativo di porre fine a quel pericoloso litigio. Ed anche una donna di passaggio, allarmata da quello a cui stava assistendo, si è messa ad urlare per cercare di attirare l’attenzione di altre persone e per fare in modo che i due la smettessero di picchiarsi. È proprio a lei che uno dei due litiganti si sarebbe poi rivolto, estraendo quello che è parso essere un coltello. L’arma, secondo i testimoni, sarebbe stata tirata fuori da una tasca e con la stessa sarebbe stato mimato un gesto di minaccia nei confronti della donna per indurla forse a tacere. 
 
Non c’è stato nemmeno il tempo di intervenire per le forze dell’ordine. Tutto si è consumato infatti in pochi minuti ed i protagonisti di questo brutto episodio accaduto a pochi passi dal torrente Leno si sono poi allontanati, facendo perdere le loro tracce. Si tratta di persone note a chi frequenta la zona, che non sono nuovi a litigi o fatti di questo tipo. E proprio il fatto che non si sia trattato di un episodio sporadico, ma di litigi che purtroppo si ripetono, allarma le persone che frequentano la zona.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy