Salta al contenuto principale

L'altro mercatino dell'"handmade"

per il rilancio dei Santa Maria

via santa maria rovereto
Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
2 minuti 8 secondi

«Take Hawaii» è un caldo isolotto d’asporto nell’inverno trentino. È un allegro e colorato arcipelago tutto dedicato all’handmade. È una location inedita e suggestiva a ospitare «Take Hawaii», il market di arte, design e artigianato di Impact Hub Trentino. La chiesa di Sant’Osvaldo, in via Santa Maria, apre le porte e si trasforma in un arcipelago dedicato all’handmade.
È un momento all’insegna della valorizzazione e della scoperta del mondo del fatto a mano, diventato ormai un vero e proprio modello imprenditoriale dal basso. È un mercatino dove scoprire pezzi le opere e le creazioni di autoproduttori creativi, un’occasione per chi è alla ricerca di rarità, oggetti unici e curiosi e originali per scovare speciali regali di Natale fatti a mano.
Nella chiesetta artigiani e creativi potranno avere un momento di formazione dedicata con Gaia Segattini e ci sarà spazio anche per la musica e il teatro e prelibatezze con cui scaldarsi preparate da associazione Babarum: sabato pomeriggio ci sarà il dj set di Everest Parisi e domenica mattina si potrà assistere allo spettacolo, all’ora del brunch, al Circolo Sanata Maria che si intitola «Saga Salsa» (su prenotazione).
L’ingresso al mercatino è libero, sabato e domenica dalle 10 alle 19.30. L’evento - che ha lo scopo di animare il quartiere di Santa Maria che fatica a intercettare i flussi del centro storico - è organizzato in collaborazione con il Comune di Rovereto e con Santa Maria Incontra, Circolo operaio Santa Maria, Calliari Fiori.
Questo il programma: sabato, ore 10-19.30 market; ore 15 corner per maker Consulenza one to one «Da crafter a brand: consigli lampo per renderti memorabile» con Gaia Segattini; alle 17.30 dj set con Everest Parisi. Domenica: ore 10-19.30 market; ore 12.30 Saga Salsa (spettacolo di Quieora Residenza Teatrale all’ora del brunch al Circolo Santa Maria Rovereto). «Saga Salsa» è un appuntamento da non perdere. Il cibo e la tavola accompagnano le nostre vite da sempre, sono indice del nostro benessere e delle nostre relazioni sociali, raccontano i nostri desideri e le nostre paure. «Saga salsa» è memoria di famiglia, è calarsi nel quotidiano delle vite per leggerle attraverso il culto del cibo. Attorno a un tavolo, fra una portata e l’altra, tre donne, tre generazioni diverse, una nonna, una mamma e una figlia, a parlare delle loro vite. Tre donne che mettono in tavola il passato e il presente in un pranzo da gustare, ma anche da vedere e ascoltare, un pasto in cui tutti i sensi sono chiamati a partecipare e dove il pasto da consumarsi non è fatto solo di cibo ma anche di emozioni, sapori e storie.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy