Salta al contenuto principale

Casa di riposo, cure ma anche benessere

Alla Rsa Vannetti il marchio di qualità

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
! minuto 40 secondi

Per valutare la qualità di vita di una persona affetta da demenza accolta in una Rsa non basta dire quante cure riceve: anche comfort, socialità e affettività sono parametri di cui tenere conto.

È necessario inoltre comprendere come la malattia modifica nel tempo la vita della persona e dei suoi cari e personalizzare l’assistenza. Per questo il nucleo di assistenza De.Di.Co (Demenza e Disturbo Comportamentale) della Rsa di via Vannetti ha aderito al nuovo marchio di qualità «Qualità&benessere - Dementia Friendly», promosso dall’Upipa. La Vannetti è una delle prime realtà italiane ad aver scelto questo percorso, che non ha come obiettivo dare una medaglia alle strutture che lo seguono quanto piuttosto creare una rete dove gli aderenti possono scambiarsi e applicare buone prassi.

Per fare stare sempre meglio gli ospiti e i loro familiari. Tutto ciò perché la cura delle persone con demenza (Alzheimer ma non solo) è estremamente complessa e per molti versi differente da quella degli altri ospiti di una Rsa. Un bisogno, un problema, un dolore o un fastidio non vengono in questi casi esplicitati, ma affiorano tramite disturbi del comportamento. Una reazione scomposta o il tono di voce che si alza possono significare bisogni particolari della persona che chi opera con le demenze deve sapere interpretare, sulla base della conoscenza della singola persona. Nelle cure di una persona con demenza, inoltre, può anche essere che posticipare la sveglia, modificare gli orari dei pasti, o altro, aiutino il suo benessere.

Per valutare la flessibilità dell’organizzazione, la capacità dell’équipe di leggere ed interpretare i comportamenti e soprattutto di favorire la serenità delle persone accudite, servono indicatori diversi da quelli comunemente adottati: a questo mira il percorso Dementia Friendly. L’autovalutazione da parte dell’equipe interna del nucleo e la successiva valutazione da parte di un team esterno  hanno permesso di fare luce su alcuni punti di forza e di evidenziare le aree su cui saranno approntati specifici progetti di miglioramento che consentiranno all’equipe di rafforzarsi ulteriormente.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?