Salta al contenuto principale

Il «Lotta club» si riprende la vetta d'Italia

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 55 secondi
Ennesimo trionfo del Lotta Club Rovereto che ai Campionati Italiani Esordienti e Juniores di lotta greco romana e femminile di Ostia (quasi 500 atleti da tutta Italia) si riprende lo scettro di squadra più forte d’Italia nel settore giovanile. Quattro ori, un argento, cinque bronzi e numerosi quinti posti è il bottino dei 21 lottatori (14 per la greco romana e 7 per la femminile), partiti alla volta di Roma accompagnati dai tecnici Anesi, Caresia, Manea e Asinari
Il primo oro è arrivato da Lisa Galvagni, neo campionessa italiana juniores nei kg.57: la liceale roveretana ha condotto la gara perfetta, atterrando in finale Lesci di Reggio Calabria. Un oro arriva dal figlio d’arte Elia Caresia, classe 2004, che nei 44 kg bissa il titolo vinto lo scorso week end nella lotta libera. Il compagno di squadra Davide Gasperini, anche lui 14enne, fa lo stesso nella categoria kg.48, atterrando Cirino di Palermo Nella stessa categoria il compagno di squadra Yuri Galvagni fa molto bene e agguanta il bronzo. Caresia e Gasperini entrano nella Nazionale Giovanile. Alex Kettmaier è argento nei kg.41: vince tutti gli incontri di qualificazione ed è in finale contro il calabrese Martino, contro il quale nulla ha potuto. Nella classe Esordienti maschili da segnalare anche il quinto posto di Alessandro Ferraro nei kg.68. 
«Grande merito - commenta Annalisa Debiasi, figlia ed erede dello storico maestro e simbolo della lotta roveretana Luciano Debiasi - al settore femminile, che da decenni ormai ci porta medaglie e punteggi. Le nostre ragazze, classe esordienti, hanno dimostrato che il lavoro di questi anni sta pagando. Ilaria Salvaterra, classe 2004, mette in luce tutta la sua classe e guadagna il primo posto nella categoria kg.54, imponendosi su Rimondo di Imola; anche per lei ingresso in nazionale. Le compagne di squadra hanno raccolto tre bronzi con Elena Nicolodi kg.50, fermata dall’azzurra Nappi, Emma Carri kg.58, stoppata dalla Campionessa d’Europa Russo e Arianna Stringa nei kg.54, che ha superato nella finalina l’amica Vettori, quinta. Quinta anche Alice Faccio nei kg.39, Campionessa Italiana nel 2017, penalizzata dal cambio di categoria. 
Nella Juniores di lotta grecoromana, Andrea Setti è andato a prendersi il bronzo nei kg. 60. Haji nei kg.72 si fa sfuggire il bronzo andando a perdere un incontro che inizialmente conduceva con Russo di Torino. Si classifica quinto.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy