Salta al contenuto principale

Dana, accordo con Provincia

32 nuove assunzioni in 2 anni

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
! minuto 5 secondi

Trentadue nuove unità lavorative nei prossimi due anni, con un vincolo fino al 2022 con la Provincia autonoma di Trento che si impegna a sostenere finanziariamente con 1.476.687,50 euro il progetto di ricerca sviluppato dalla società Dana Mechatronics Technology Center, il centro di ricerca del gruppo Dana con sede presso il Polo Meccatronica di Rovereto.

Il progetto, che sarà realizzato in collaborazione con l’Università di Trento, consentirà di sviluppare una serie di sistemi meccatronici intelligenti, che miglioreranno le prestazioni di veicoli agricoli, macchine movimento terra e movimentazione materiali, intervenendo su vari livelli. Questo il contenuto dell’accordo negoziale firmato oggi dal vicepresidente e assessore allo sviluppo economico e lavoro della Provincia autonoma di Trento, Alessandro Olivi, dal presidente di Dana Italia, Rino Tarolli, dal rappresentante di Dmtc, Franco Benuzzi, dagli amministratori di Drts, Giorgio Bertolucci e Schmidt Bernd, e dai rappresentati sindacali di Fiom Cgil, Fim Cisl e Uilm Uil.

Soddisfatto il vicepresidente Olivi per il quale «la firma di oggi si inserisce all’interno di un percorso virtuoso che da tempo abbiamo intrapreso assieme a Dana Italia, che ha deciso di rafforzare il proprio radicamento sul territorio provinciale con l’insediamento, nel Polo Meccatronica, di un proprio centro di ricerca, con struttura societaria autonoma ma controllato al 100% dalla stessa società, per lo sviluppo di soluzioni e prodotti innovativi».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?