Salta al contenuto principale

Non rispettano le regole

Due ventenni tornano dentro

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
0 minuti 39 secondi

Sono tornati agli arresti i due ventenni, un roveretano e un albanese residente in Vallagarina, arrestati il 17 marzo scorso alla stazione ferroviaria di Verona dai carabinieri di Rovereto, nell’ambito dell’operazione antidroga «Remember».

Dopo la convalida dell’arresto, i due hanno successivamente avuto il beneficio di misure alternative al carcere.

La decisione di procedere con la custodia cautelare in carcere per il giovane albanese e degli arresti domiciliari per il giovane roveretano è stata presa dal Gip del Tribunale di Verona, a seguito della segnalazione dei carabinieri di Rovereto che hanno accertato la reiterata trasgressione alle disposizioni del giudice.

Ma vi è stato un ulteriore elemento di cui il Gip ha tenuto conto: la pericolosità dello stupefacente loro sequestrato, evidenziata dalle analisi tecnico-scientifiche svolte dal Laboratorio analisi delle sostanze stupefacenti dei carabinieri.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?