Salta al contenuto principale

Gualazzi, Silvestri e Tiersen

tre star per l'estate arcense

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
2 minuti 33 secondi

Raphael Gualazzi, Daniele Silvestri e Yann Tiersen, tre punte di diamante per l'estate musicale di Arco. 
Presentato ieri il calendario eventi 2019 de Il Castello delle meraviglie , rassegna ospitata al maniero e che propone altri gioielli incastonati nei mesi di luglio e agosto. 
L'assessore alla cultura, Stefano Miori, la dirigente, Giancarla Tognoni, e il consigliere delegato per il castello, Roberto Zampiccoli, hanno illustrato i momenti clou dell'estate arcense. 
Il Castello delle meraviglie è un contenitore di eventi nel magico scenario della fortezza di Arco, meta di circa 100 mila visitatori l'anno. Dopo tre stagioni in cui gli spettacoli sono «costantemente cresciuti, ora la selezione è stata fatta su nominativi di alto profilo sia nazionale sia internazionale»; in particolare il pianista, compositore e musicista Dardust (Dario Faini), il comico, cabarettista e trasformista italiano Ennio Marchetto; il progetto Il Castello cantato proposto da Side out che porta sul prato della lizza i cantautori italiani pop rock Silvestri e soul jazz Gualazzi; e la presenza di Yann Tiersen, compositore e polistrumentista bretone, francese, noto per le colonne sonore di Amelie, Good bye Lenin e altri film, per la rassegna Contemporanea : presenterà il suo ultimo lavoro All .
Il calendario propone dunque un evento per ogni giovedì di luglio e agosto: 4 luglio DiVini Not(t)e , teatro musicale per degustare i vini del territorio; 11 luglio, per Contemporanea, Yann Tiersen ; 18 luglio per Il Castello cantato, Raphael Gualazzi ; 20 luglio, sabato, per Il Castello cantato, Daniele Silvestri ; 25 luglio, The living paper cartoon, teatro performance di Ennio Marchetto ; 1 agosto, il concerto di apertura di Garda jazz festival in collaborazione con la Scuola musicale Alto Garda; 8 agosto, Cena di gala al castello; 15 agosto alle 5.30, Alba al castello , concerto con colazione; 22 agosto, Dardust proporrà Lost in space .
La rassegna Contemporanea permetterà di approfondire la conoscenza delle musicalità bretoni portate ad Arco da Yann Tiers attraverso un interessante percorso di avvicinamento; si inizierà col concerto di Ronan Le Bars che porterà in piazza Segantini, il 20 giugno alle 21.30, il suo Fest noz , musica tradizionale bretone-celtica; il 3 luglio alle 21.30 al parco arciducale la proiezione del gustoso e interessante film Good bye Lenin, la cui colonna sonora è opera di Tiersen; il 5 luglio alle 21 alla chiesa di Sant'Antonio di Chiarano verranno riproposte le musiche del compositore bretone Jacques Colebault (Vitré 1483 - Mantova 1559), noto come Jachet de Mantua , musicista della corte Gonzaga che pare abbia lavorato anche per i conti D'Arco.
Zampiccoli spera anche che sia proficua la sinergia con la nuova gestione del bar al castello, «che potrà restare aperto fino alle 22.30 in maniera indipendente dalla chiusura del castello e proporre anche eventi culturali in proprio sulla lizza». 
La lizza, per i concerti clou dell'estate, potrà ospitare fino a un massimo di 600 posti. 
I costi degli eventi musicali-culturali a carico dell'amministrazione comunale li ha elencati l'assessore Miori e sono di «poco più di 10 mila euro per Gualazzi e Silvestri insieme, di circa 50 mila euro per Contemporanea, per un totale complessivo dell'estate di circa 100 mila euro. Un investimento per la cultura, per offrire alla comunità eventi di pregio e per continuare a puntare sul castello, vero gioiello di Arco».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy