Salta al contenuto principale

Turismo, «Basta diesel,
sì al trenino ma elettrico»

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
1 minuto 51 secondi

C'è il bando per il trenino turistico di Arco, una delle attrazioni più gettonate da quanti visitano la città sia in estate che in inverno.

Nei prossimi giorni, infatti, l'amministrazione comunale pubblicherà l'avviso d'asta «per la concessione del servizio di trasporto pubblico di linea mediante l'utilizzo di un trenino turistico su ruote», dal periodo estivo 2019 fino alla conclusione dei Mercatini di Natale del gennaio 2023. La delibera è stata approvata dalla giunta comunale nella seduta di martedì. 

Come si legge nel carteggio, il prezzo base d'asta - per tutto il periodo triennale che decorre da quest'estate fino al gennaio 2023 - è di 9.000 euro al netto dell'Iva, il medesimo canone pagato dall'attuale concessionario. 

L'indirizzo politico della giunta comunale è quello di «premiare», in qualche modo, le società che nel proprio parterre di trenini possiedono uno o più mezzi elettrici. Come specifica il criterio di aggiudicazione della gara per la concessione del servizio, infatti, «nel caso di un'unica offerta con disponibilità di un veicolo elettrico, questa sarà dichiarata vincitrice a prescindere dall'aumento offerto. Nel caso di più di una offerta con veicolo elettrico, risulterà vincitrice l'offerta con importo più elevato fra i veicoli elettrici». Si procederà all'aggiudicazione anche in presenza di una sola offerta valida: aggiudicazione che avrà luogo con il criterio del prezzo più alto in aumento rispetto al prezzo base d'asta per il periodo della concessione, fissato a 9.000 euro. Sarà dunque dichiarato vincitore del bando il partecipante che indicherà l'importo più elevato in aumento sul canone appena indicato. 

Il vicesindaco Stefano Bresciani conferma la volontà dell'amministrazione comunale di puntare sui mezzi elettrici e quindi a basso impatto ambientale: «Non potevamo imporre un trentino solo elettrico - spiega - in quanto ce ne sono ancora pochi sul mercato. Il vento, però, sta cambiando». Anche l'attuale gestore, osserva, «sta convertendo i suoi mezzi a gasolio con mezzi elettrici. Ogni tanto ne impiega uno anche ad Arco e Riva ma non può ancora garantirne la continuità». L'amministrazione comunale ha determinato le tariffe: biglietto fissato a 2 euro a corsa, gratuito per i bambini fino a 2 anni. 

L'avviso e quindi il termine ultimo per la presentazione dell'offerta verranno pubblicati nei prossimi giorni sull'albo telematico e sul sito internet del Comune di Arco all'indirizzo www.comune.arco.tn.it.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy