Salta al contenuto principale

Virtus Alto Garda, basket

per cinquecento persone

Presentate nella palestra di "Gardascuola" ad Arco le squadre, i dirigenti, i tecnici per la storica società cestistica guidata da Carlo Modena

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
2 minuti 21 secondi

La stagione sportiva della «Virtus» è iniziata con un incontro simpatico che ha rinverdito la vecchia tradizione di quando prima di iniziare i campionati la «Virtus» presentava i propri atleti, i propri tecnici, i propri programmi agonistici.
I presidenti del Coni Mora e della FIP Pederzolli, per la parte prettamente sportiva, il vicesindaco di Riva Caproni con l’assessore alle attività giovanili Gatti, l’assessore Tavernini  per il Comune di Arco hanno sia con la loro presenza che nei loro interventi sottolineato l’attenzione nei confronti di una società che - ha sottolineato Mora prendendo spunto dallo slogan della giornata “semplicemente Virtus” - riesce con passione e semplicità a raggiungere eccellenti risultati.
Carlo Modena che ha, ovviamente, condotto l’appuntamento, ha messo in campo tutto il campionario della «Virtus» illustrandone la filosofia, per la quale «la vittoria, pur gradevole ed importante non è il solo obiettivo, che resta quello di portare tanti ragazzi in palestra per insegnare loro uno sport, le sue regole, le dolcezze del vincere ed il saper perdere».
Ha salutato i rappresentanti della «Cestistica rivana» (la parte femminile del movimento) con i quali esiste una ottima collaborazione e con cui si sta costruendo la «Casa del basket», un tavolo unico di gestione della pallacanestro maschile e femminile, e con cui già si collabora per il minibasket.
Proprio dal «mini» è partita la presentazione che ha illustrato come oltre 250 bimbi si avvicinano alla pallacanestro nelle palestre di Riva, Arco e Malcesine (ora in ristrutturazione).
Per poi passare al settore giovanile vero e proprio, anno per anno, dal 2006, allenato da Zanoni, Perucci e Fadanelli insieme al 2007, al 2005 (vice campioni regionali l’anno scorso) affidati a Manuel Raffaelli ed Andrea Povoli, ai 2004 (campioni regionali uscenti) diretti da Andrea Gabrielli e Giovanni Pastori, al 2003, campione regionale della stagione appena finita, i quali disputeranno il campionato di eccellenza veneto affidati a Gabrielli e Raffaelli, al 2002, vincitori l’anno scorso (senza mai sconfitte) sia del campionato regionale che di quello veneto, premiati al gala dello sport a Venezia, gruppo che diventa “l’investimento” per «Virtus Alto Garda». Infatti questi atleti parteciperanno al proprio campionato di categoria ma saranno anche la squadra maggiore che rappresenterà (probabilmente la più giovane) i colori biancorossi nel campionato di serie «D».
Da qui la «Virtus» ha deciso di ricominciare, lasciando liberi di disputare campionati con altri colori o nel campionato promozione (Virtus junior) tutti i senior, a conferma del desiderio di far crescere i giovani.
Questo gruppo i cui risultati si aspettano a medio termine, è stato affidato al duo Paolo Betta ed Eugenio Perini. Andrea Gabrielli sarà il coordinatore, suggeritore, supervisore di tutte le giovanili. Per la squadra maggiore Enzo Ferrari direttore sportivo e per tutti Giacomo Costa, indiscusso punto di riferimento, medico sportivo.
Partenza dunque con brindisi inaugurale per un movimento che mette in campo, tra atleti e tecnici, oltre 500 persone.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?