Salta al contenuto principale

Punto Nascite Arco,

il comitato si appella alla ministra

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 47 secondi

Torna alla carica il comitato «Salviamo il punto nascite di Arco e le guardie mediche. Salviamo il diritto alla salute». Con il cambio di governo e con la salita al potere del Movimento 5 stelle e della Lega nord a Roma, tornano a fiorire anche le speranze di poter riaprire il punto nascite all’ospedale di Arco, che venne chiuso tra reiterate polemiche. Il comitato ha scritto alla ministra della salute Giulia Grillo, al deputato e sottosegretario alla salute, il trentino Maurizio Fugatti e alla deputata Vanessa Cattoi una lettera in cui chiedono loro un incontro per rivalutare la situazione. «Visto il suo apprezzato interessamento in merito alla situazione sanitaria del nostro territorio, vorremmo poter avere l’opportunità di un confronto sulla difficile situazione che negli anni si è venuta a creare all’ospedale di Arco. Pertanto, con la presente il Comitato “Salviamo il punto nascite di Arco e le guardie mediche. Salviamo il diritto alla salute”, nella persona del suo presidente Riccardo Cargnel, viene cortesemente a chiedere la disponibilità della sua persona a un incontro».  Il comitato si dice molto preoccupato per «la condizione attuale, dopo la chiusura del punto nascite e il progressivo smantellamento e riduzione dei servizi sanitari erogati sul territorio nonché la riduzione delle guardie mediche a dispetto di un bacino di utenza in continua mutazione ed incremento, soprattutto nel periodo estivo». Cargnel ritiene che «a fronte di una percezione estremamente negativa da parte della popolazione locale e non, e di un progressivo depauperamento delle risorse destinate ad un territorio fonte di importanti introiti per la Provincia autonoma di Trento, un’analisi obiettiva della situazione non possa essere riducibile ad un mero asettico dato statistico. In relazione a quanto sopra evidenziato - conclude - ci pare doveroso un sereno approfondimento, al fine di individuare eventuali possibili soluzioni condivise». A stretto giro di posta elettronica ha risposto la deputata Vanessa Cattoi dicendosi disponibile a un incontro: «Buongiorno,la segreteria del nostro sottosegretario Maurizio Fugatti vi contatterà per definire una data d’incontro. Nell’attesa di incontrarvi al più presto per uno scambio di idee in merito all’ospedale di Arco ringrazio per l’invito e cordialmente saluto».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy