Salta al contenuto principale

Mercatini natalizi, Arco è la locomotiva dell'Alto Garda e Ledro

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
! minuto 24 secondi

«Il mercatino di Natale di Arco è la locomotiva del Natale altogardesano». I risultati di un’indagine sulle preferenze dei turisti in periodo natalizio sono stati presentati ieri alla sede di Assocentro.


Grazie all’«app» ideata due anni fa da Luca Betta, Stefano Tamburini e Christian Milesi e che permette di ottenere dai clienti delle strutture turistiche dettagli sulla motivazione del loro viaggio, è emerso che, per ciò che riguarda il periodo di Natale: il 43% degli ospiti ha risposto genericamente che il motivo della vacanza è il «relax»; quindi a prescindere dalle attrazioni; il 34% ha indicato specificatamente di soggiornare in zona per Il Natale del Garda Trentino e le relative attrattive; di questi il 57% per visitare il Mercatino di Natale di Arco e Canale di Tenno, il 29% quello di Trento, il 10% la Casa di Babbo Natale, e il 5% per il Villaggio del Gusto di Riva.


Il presidente di «AssoCentro» Andrea Cobbe ha rimarcato la soddisfazione dell’associazione: «Il Mercatino di Arco - ha detto Cobbe - è la locomotiva del Natale nell’Alto Garda. Questi dati ci danno un quadro di quello che ancora possiamo fare sul nostro prodotto per rafforzarlo e mantenerlo forte e attrattivo. Dobbiamo tutti impegnarci a fare rete: insieme diamo risposte a tutte le esigenze. Dobbiamo crederci tutti di più».


L’applicazione si chiama «Kyg (Know your guest)» ed è stata presenta nelle scorse settimane anche a «Expo Riva Hotel 2018». Ideata dagli albergatori Betta e Tamburini e dall’informatico Milesi è stato sperimentato dal 2016 in collaborazione con Garda Trentino e con Now (il sistema booking di Garda Trentino). Il test ha coinvolto 24 strutture ricettive sparse su tutto il territorio  per un totale di 600 interviste condotte agli ospiti fatte al momento del check-in.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?