Salta al contenuto principale

Morto a 70 anni Silvano Martini

Addio alla colonna del Benacense

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
! minuto 39 secondi

Aveva compiuto 70 anni solo da pochi giorni. Ma quello è stato il suo ultimo compleanno. Si è spento venerdì sera, infatti, Silvano Martini, imprenditore, ma soprattutto storico giocatore della Benacense e poi colonna di quel volontariato che permette alla società di continuare a crescere. 
Per i tantissimi che seguono con entusiasmo il calcio, soprattutto quello locale, Martini ha rappresentato una pagina gloriosa. Era infatti in quella Benacense che approdò in serie D. E lui, fu uno degli artefici di quella che, all'epoca, sembrò un'impresa. Erano gli anni Settanta, lui in campo scendeva con il ruolo di mediano. E nella stagione 1973 - 1974, diede il meglio: quella rosa, allenata da Enzo Lotti, vinse il campionato. Passò dallo stretto passaggio dello spareggio, con il Parcines, e si guadagnò l'approdo in serie D. Martini era in campo, e lo sarebbe stato anche dopo: per anni giocò nel massimo campionato dilettantistico.
Poi il passaggio ad altre società, come la Limonese. «Un mediano di grandi qualità sportive e umane», lo ricorda infatti in queste ore l'allora presidente della Benacense Paolo Pederzolli. 
Ma uscito dal campo, Martini continuò a dedicarsi al calcio, e soprattutto ai più giovani, che sul campo  cercano sì chi insegni schemi e strategie, ma soprattutto chi accompagni in un percorso che diventa un percorso di vita. Lui ai giovani si è dedicato, allenando le giovanili per molti anni, ma garantendo alla società il suo impegno anche in altri frangenti, dove e se ve ne era la necessità.
Ma a Riva Martini era conosciuto non solo perché testimone di un'epoca gonfia d'orgoglio. Assieme alla moglie Valeria, aveva infatti anni fa aperto il Mini bar di via S. Francesco, dove era rimasto dietro al bancone, fino a quando si è ritirato, pochi anni fa. Oggi se n'è andato, e grande è la commozione, tra familiari e amici. Lascia la moglie, Valeria, i due figli Denise e Marco, e le tre nipoti, a cui era molto legato. Lunedì alle 10.30 nella chiesa arcipretale sarà celebrato il funerale.

 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?