Salta al contenuto principale

A Pergine Mamme «peer»

un aiuto da pari a pari

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 14 secondi

Si estende anche in Trentino il progetto “mamme peer”, mamme che hanno vissuto le emozioni e le fatiche di crescere un bambino nei primi mesi di vita e decidono di mettersi in gioco per sostenere altre mamme, forti della loro esperienza e soprattutto adeguatamente formate per rispondere alle loro domande e, nel caso, metterle in contatto con i professionisti esperti del settore.

L’opera della “mamma peer” è del tutto volontaria e gratuita e si svolge “da pari a pari”, da qui il termine peer, da mamma a mamma. In seguito a precedenti esperienze e alle richieste delle mamme, sta ora per prendere il via un progetto più strutturato.

La prima edizione del percorso formativo “Mamma peer, sostegno da mamma a mamma” verrà presentato il prossimo sabato 22 settembre alle 10 al teatro comunale di Pergine Valsugana. Il progetto è organizzato dal Consultorio di Pergine Valsugana e dall’Associazione gruppo famiglie Pergine Valsugana.

Per diventare “mamma peer” occorre quindi partecipare ad un percorso formativo teorico-pratico di 20 ore tenuto da esperti di salute materno infantile: ostetriche, psicologi, infermieri pediatrici, pediatri.

La prima edizione del corso si terrà a Pergine Valsugana ed è aperta ad un massimo di 15 partecipanti. La parte teorica del percorso formativo, divisa tra il Consultorio e il Centro famiglie di Pergine, si svolgerà tra la fine di ottobre e l’inizio di dicembre, mentre la parte pratica si terrà tra dicembre e marzo durante l’attività del Consultorio

Entro il 15 ottobre le iscrizioni ai corsi per diventare una “mamma peer”.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy