Salta al contenuto principale

Pergine: Montessori, quanto costi

Per le nuove aule 750 mila euro

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
! minuto 59 secondi

Serviranno circa 750 mila euro per creare delle nuove aule dedicate al «metodo Montessori» presso le Medie «Tullio Garbari» di Pergine, migliorando i sistemi antincendio dell'intero edificio. La giunta comunale di Pergine ha approvato il progetto ai fini del finanziamento dell'importante intervento di edilizia scolastica teso a creare nuovi spazi riservati alle classi del primarie che seguono il metodo Montessori a Pergine (attualmente possono contare su circa 310 metri quadri). Se presso la scuola materna GB1 di viale Petri per il terzo anno è stata avviata la sezione montessoriana secondo la sperimentazione provinciale (avviata anche a Trento e Rovereto) la giunta ha ora deciso di ampliare gli spazi per le Elementari, che resteranno posizionate nel plesso delle «Medie Garbari» dell'istituto comprensivo «Pergine 1» poste tra via Paganella e via Amstetten (i lavori sono previsti nella prossima primavera-estate). In particolare l'intervento che prevede un costo di 750 mila euro (641 mila euro per lavori a base d'asta) prevede la realizzazione di un nuovo volume edilizio da collocarsi sulla terrazza esterna posta al di sopra della zona destinata ad auditorium. In particolare verrà creato un spazio ampio, e modulabile a seconda delle esigenze didattiche con delle pareti mobili, con un accesso autonomo utilizzando gli spazi di disbrigo che collegano l'edificio scolastico con la presidenza/segreteria. Servirà tuttavia demolire la pavimentazione esistente fino al solaio, realizzare nuovi muri perimetrali in cemento armato ed una scala di collegamento dotata di servoscala, prima di passare alla tramezzatura dei locali, la posa degli impianti, l'esecuzione dei massetti ed intonaci, la posa dei serramenti e delle pareti ventilate (creando anche un laboratorio). Nello stesso intervento è previsto anche l'adeguamento dell'edificio alla normativa antincendi con la creazione di un nuovo impianto di rilevazione incendi, nuovi rivestimenti con materiali resistenti al fuoco ed interventi minor sui serramenti collocati sulle vie di fuga e compartimentazione. I lavori delle durata di circa un anno, partiranno probabilmente dopo la conclusione dell'anno scolastico, una volta concluso l'iter progettuale ed appaltati i lavori. 
La seduta di giunta si è aperta ieri con l'incontro con i responsabili di «Farmacie Comunali Spa» per esaminare l'andamento della farmacia di San Cristoforo. Un servizio apprezzato ed in crescita di fatturato secondo i dati presentati, anche se il comune di Pergine sarà chiamato a verificare se aderire ad un nuovo progetto di compartecipazione (ora limitata al 2%) e gestione amministrativa, mentre Farmacie Comunali Spa potrebbe avviare nuovi servizi presso la palazzina già di sua proprietà.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?