Salta al contenuto principale

Pergine, lavori al via

per la nuova biblioteca

Apertura del cantiere prevista all'inizio di luglio

Chiudi

Il rendering della nuova Biblioteca

Apri
Tempo di lettura: 
2 minuti 19 secondi
 
Daniele Ferrari
 
Passi decisivi verso l’avvio del cantiere della nuova biblioteca sovracomunale di piazza Garibaldi a Pergine. Sarà infatti firmato martedì prossimo il contratto tra l’amministrazione comunale perginese ed il raggruppamento temporaneo di imprese D.F. Costruzioni Srl (capogruppo) con Nord Costruzioni Srl, Elettroimpianti di Mascotto Snc e Mario e F.lli Dalcolmo Srl, al quale lo scorso 12 marzo è stata aggiudicata in via definitiva l’esecuzione dei lavori (con un ribasso del 12,557% sul prezzo d’asta e un importo complessivo di 3 milioni e 22 mila euro).
 
«E’ questo l’atto formale che permetterà l’avvio dei lavori nei primi giorni di luglio - conferma Luca Paoli, dirigente a capo della Direzione comunale lavori pubblici e patrimonio - il raggruppamento di imprese avrà a disposizione 730 giorni per il completamento dei lavori (2 anni) con la consegna dell’opera che potrebbe quindi avvenire nell’autunno del 2020».
Un iter lungo e complesso per giungere all’avvio della nuova biblioteca attigua al teatro comunale di piazza Garibaldi visto che il progetto preliminare risale all’ottobre 2011, mentre solo ad aprile 2014 si giungeva alla redazione del progetto definitivo ai fini della presentazione della richiesta del finanziamento per un importo complessivo di 5,75 milioni di cui 3,1 per lavori a base d’asta e 2,64 milioni per somme a disposizione (in gran parte destinati all’acquisto dell’originario immobile).
 
Se la fase progettuale si concludeva a fine 2016 (approvata la prima variante elaborata dai funzionari della direzione comunale lavori pubblici), il 23 dicembre 2016 veniva indetta la procedura per l’affidamento dei lavori, con una prima aggiudicazione temporanea avvenuta lo scorso 12 gennaio (l’offerta era risultata anomala) e quella definitiva confermata lo scorso marzo. In questi ultimi mesi oltre ai necessari controlli e verifiche contrattuali si è provveduto anche ad affidare all’ingegner Gabriella Spagnolli di Covelo gli adempimenti per il rilascio del certificato di prevenzione incendi e dell’inizio dell’attività (dopo la rinuncia dell’ingegner Claudia Vettorazzi), per un incarico di 11.182 euro, affidando all’architetto Silvano Tomaselli di Trento l’effettuazione del collaudo statico dei lavori (previsti 18 mila euro). La società Arc-Team Srl con di Cles sarà invece chiamata all’assistenza archeologica durante i lavori di scavo per la realizzazione della nuova biblioteca (per 2.179 euro) a Amnu Spa allo smaltimento di eventuali rifiuti pericolosi rinvenuti durate il cantiere (1.830 euro).
 
«Si è trattato di controlli formali e necessari e di incarichi importanti per garantire il regolare avvio del cantiere - spiega ancora Luca Paoli -: ora è possibile passare alla firma del contratto e alla consegna formale dei lavori. Il cantiere potrebbe partire già entro i primi di luglio e per ora interesserà solo una piccola porzione di piazza Garibaldi (davanti all’ex immobile Andreatta), occupando una decina di posti auto, ma non interferendo con l’entrata del teatro e degli uffici comunali».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?