Salta al contenuto principale

Pergine, istituto Marie Curie

all'avanguardia delle certificazioni

Diploma in Digital Marketing ed esami interni di lingue

Chiudi

Romina Pallaoro, prima diplomata in Digiotal Marketing al Curie

Apri
Tempo di lettura: 
! minuto 47 secondi
All’istituto superiore «Marie Curie» di Pergine è arrivato il primo diploma dell’Associazione AICA, che certifica le competenze in Digital Marketing. Sono partiti, infatti, in anteprima rispetto all’avvio del nuovo corso con specializzazione in Web Marketing attivo dal prossimo settembre (10 finora gli iscritti, ma ci si può ancora iscrivere), gli esami per la certificazione delle competenze in Web Marketing.
 
Alcuni studenti dell’attuale quinta Amministrazione Finanza e Marketing hanno deciso di essere i «pionieri» dell’innovativa certificazione di Aica, sperimentandola ancora prima dell’avvio del nuovo corso: a prendere il diploma è stata per ora Romina Pallaoro che lo scorso anno scolastico, assieme ad altri suoi compagni di classe, aveva vinto il quarto premio (con 1.380 imprese partecipanti) alle finali a Milano di «Young Business Talents», concorso nazionale tra imprese simulate al quale tutte le classi dell’indirizzo Afm del Curie hanno aderito anche quest’anno. Dopo i sedicesimi, gli ottavi e i quarti di finale, due imprese simulate costituite da studenti dell’ indirizzo Amministrazione Finanza e Marketing del Curie sono prime nelle semifinali di Young Business Talents. 
 
Inoltre, dal prossimo anno scolastico l’Istituto Marie Curie diventerà «Test Centre Pearson», ovvero potrà certificare la conoscenza della lingua inglese per vari livelli (B1, B2, C1): attualmente è in corso la formazione di un gruppo di docenti interni che saranno impegnati nella somministrazione degli esami. Gli studenti potranno così sostenere esami di certificazione direttamente all’interno della scuola a prezzi anche inferiori rispetto a quelli attuali, anche perché la scuola si è impegnata ad agevolare l’acquisizione delle certificazioni con un piano di rimborso delle spese sostenute dagli studenti, anche totale (par la certificazione C1). E questo è un investimento molto importante che il «Marie Curie» mette in campo per agevolare l’acquisizione di tutte le certificazioni linguistiche che gli studenti acquisiranno, non solo in inglese ma anche in tedesco, francese, spagnolo, russo e latino. 
 
E il prossimo anno sempre il «Curie» offrirà la possibilità di frequentare corsi opzionali di lingua straniera come, ad esempio, russo per il liceo delle Scienze umane, tedesco nel triennio per Liceo scientifico, spagnolo per il Tecnico economico e cinese per il Liceo linguistico.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?