Salta al contenuto principale

Due corse speciali «vintage»

sul Trenino dei Castelli

con le carrozze del 1909

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
2 minuti 33 secondi

Per gli appassionai del genere, arrivano due corse speciali del «Trentino dei castelli Vintage». Con colazione in viaggio, percorsi guidati, pranzo in un ristorante associato alla Strada della mela, degustazione di vini e bollicine della cantina Mezzocorona, il 4 e l’11 agosto.

Correva l’anno 1909 quando l’attuale ferrovia Trento-Malé inaugurava il suo primo viaggio inserendosi in una rete di collegamenti, strutturata per connettere con agio tutte le residenze asburgiche con le città più importanti dell’impero. Era un altro mondo che da lì a pochi anni, con lo scoppio della prima guerra mondiale, sarebbe cambiato per sempre, lasciando, forse, definitivamente dietro di sé una particolare allure fatta di stile, senso dell’eleganza e bellezza. A dispetto dei cambiamenti epocali che accompagnarono i due conflitti e videro annettere il Trentino-Alto Adige all’Italia, la ferrovia continuò il suo servizio che ancora oggi, come allora, congiunge il capoluogo con le valli del Noce.

Fortunatamente, di quel mondo, rimangono ancora alcune testimonianze, non solo simboliche, che danno la possibilità di fare un po’ un percorso a ritroso nel tempo. E un’occasione d’oro per fare un salto nel passato sarà quella offerta dai due viaggi speciali de «Il trenino dei castelli vintage», in programma tra la Val di Non e la Val di Sole, il 4 e 11 agosto, a bordo di un convoglio costituito da una motrice/carrozza del 1939 e da una carrozze del 1909, restaurate e riportate a nuova vita con i loro sedili in legno tirati a lucido e le finiture in ottone ritornate fiammanti.

Questa eccezionale iniziativa è stata resa possibile grazie alla sinergia con Trentino Trasporti che ha restaurato il treno ed è sempre pronta a collaborare alla creazione di progetti turistici pensati per la valorizzazione del territorio, scoperto da un punto di vista insolito, nonché sostenibile.

Il programma è molto interessante, all’insegna dello spirito slow caratteristico del mezzo. Il ritrovo è previsto al mattino presso la piccola stazione di Tassullo. Con la guida si sale in carrozza e alle 9 si parte con meta Caldes, attraversando meleti e boschi, con scorci suggestivi come quello disegnato dalla mole di Castel Cles, incorniciata dal blu delle acque del Lago di Santa Giustina.

Durante il viaggio sarà servita agli ospiti un’ottima colazione a base di prodotti Melinda e si effettuerà anche una sosta di 20 minuti sul ponte di Mostizzolo a strapiombo sul letto del torrente Noce.

Dopo la visita guidata a Castel Caldes il viaggio riprenderà verso Cles. All’arrivo è prevista una breve tappa presso il quattrocentesco Palazzo Assessorile, seguita da un pranzo preparato con i prodotti locali.

Per la tappa finale si farà ritorno a Tassullo: con una piacevole passeggiata si raggiungerà Castel Valer che da due anni ha aperto parte delle sue stupefacenti sale e giardini al pubblico. È uno dei manieri meglio conservati delle Alpi con quasi 700 anni della sua storia legati a quella dei conti Spaur che lo abitano senza interruzioni dal XIV secolo.

Per informazioni e prenotazioni: www.guidavacanze.it con tariffe a partire da 58 euro a testa (intero), e 48 ridotto (bambini dai 4 ai 12 anni). Per ulteriori informazioni: Tel. 0463 830133 - www.visitvaldinon.it

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy