Salta al contenuto principale

Taio, trovata la causa del buco

Rottura delle acque bianche

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
2 minuti 7 secondi

La causa della voragine apertasi nel bel mezzo della «piazzetta» di Taio è la rottura di un cunicolo delle acque bianche, provenienti dalla parte alta del centro abitato. Martedì c’è stata una prima ispezione dei tecnici della Provincia. E questa mattina si è proceduto con la videoispezione, che ha confermato i primi sospetti. L’acqua, uscendo dal canale di cemento, ha creato una grande pozza imbevendo tutto il terreno intorno e facendo quindi collassare parte della superificie della piazza.

Martedì, una volta che i vigili del fuoco volontari hanno messo in sicurezza l’area, sono intervenuti gli uomini della Provincia. Sul posto, a seguire parte dell’intervento, c’era la geometra Daniela Sofia, in rappresentanza dell’Ufficio tecnico del Comune. «Ci tengo a ringraziarla personalmente per i lavoro fatto» dice il sindaco Paolo Forno.

Ieri si è proceduto con la videoispezione: in sostanza, con una telecamera con filo, si è esplorata la cavità (parliamo di un buco di un diametro di 30 centimetri e profondo 3 metri) per scoprirre che il cunicolo delle acque bianche aveva una rottura, tanto da far uscire l’acqua con le cosneguenze di cui abbiamo detto.
Ieri è stata fatta anche una radio ispezione, passando con un radar l’intera piazza alla ricerca di eventuali punti delicati. L’area rimane chiusa. Adesso tutto è nelle mani dei tecnici del Servizio prevenzione rischi della Provincia.

Individuata la causa del collasso del manto della piazza, si tratta di capire con quali modalità intervenire e in che tempi. Lo scorso 13 novembre, a Tuenno, in centro paese, si era aperta una voragine, nella centrale Piazza Alpini, causata dalla notevole portata del rio Riddi a seguito delle forti piogge.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy