Salta al contenuto principale

Masterplan per disegnare

il futuro di Predaia

Chiudi

La presentazione del Masterplan di Predaia

Apri
Tempo di lettura: 
2 minuti 12 secondi
La presentazione del percorso del «Masterplan» di Predaia di martedì sera ha richiamato a Tres molti cittadini, che hanno ascoltato la relazione dei tecnici di «Quadrostudio» incaricati dal Comune. L’incontro è stato aperto dal primo cittadino Paolo Forno e, in seguito, sono intervenuti l’architetto Alessandro Franceschini, l’architetto Carolina Rigoni e l’ingegner Giulio Ruggirello.
Durante la serata molti cittadini hanno preso la parola a loro volta per avanzare proposte e indicare priorità.
 
«Questo progetto - ha esordito il sindaco Paolo Forno - sarà tanto più efficace e vincolante quanto più saranno partecipi i cittadini di Predaia. Quello a cui stiamo lavorando non è il programma amministrativo di una legislatura, ma un vero e proprio piano strategico per i prossimi 30 anni. Tutti insieme dobbiamo capire chi siamo per decidere dove andare. Nel 2014 i cittadini di Predaia sono stati i veri protagonisti della nascita del comune unico. Oggi abbiamo l’opportunità, ancora una volta, di scrivere la storia del nostro territorio, decidendo tutti insieme quali opere, progetti e strategie verranno attuate negli anni a venire».
 
Il percorso del «Masterplan» denominato «Progetto Predaia» è iniziato nell’estate del 2018 con i sopralluoghi dei tecnici e il reperimento di informazioni sul territorio. L’estate scorsa è stato realizzato anche un questionario rivolto ai turisti che soggiornavano sul territorio dell’Altopiano, dal quale è emerso un sostanziale apprezzamento del territorio e dei suoi servizi. La fase analitica della programmazione prosegue in questi mesi con l’elaborazione della visione percepita dai cittadini, che verrà messa in relazione alla visione realizzata dai tecnici. Dalla sintesi delle due visioni emergerà una fotografia del territorio che sarà il punto di partenza per la fase progettuale del «Masterplan».
 
La reale programmazione avrà inizio nei primi mesi del 2019: in quella sede verranno indicati gli interventi e le opere pubbliche che meglio sapranno rispondere alle esigenze dei cittadini del Comune unico.
L’idea che i cittadini hanno del territorio potrà emergere dai questionari realizzati dai tecnici, che da martedì scorso sono disponibili sul sito internet del Comune e presso le biblioteche comunali di Taio e Coredo.
 
I questionari mirano a raccogliere informazioni anche in relazione alle esigenze delle singole frazioni del Comune di Predaia, mettendo in luce i punti di forza e le criticità delle 14 realtà frazionali. Scopo del «Masterplan» commissionato dalla Giunta sarà infatti quello di costruire un’identità comune, che può nascere solo da una progettualità condivisa riferita al territorio.
Attraverso l’urbanistica infatti si possono riconfigurare gli spazi e indicare le priorità del territorio, partendo da un quadro complessivo condiviso con la popolazione. La strada ora è stata tracciata, il lavoro sarà lungo ma molto importante.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?