Salta al contenuto principale

Cles, storie e divise dei Carabinieri

in esposizione a palazzo Assessorile

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
! minuto 58 secondi

Sabato 21 ottobre alle 10 sarà ufficialmente inaugurata a Palazzo Assessorile di Cles la mostra «Carabinieri allo Specchio», evento organizzato dall’assessorato alla cultura comunale diretto dal vicesindaco Vito Apuzzo - nonché assessore delegato in materia di sicurezza - in collaborazione con l’Arma dei Carabinieri, l’Associazione Nazionale Carabinieri di Cles, la Cassa Rurale Tuenno - Val di Non, il Consorzio Bim dell’Adige e la Comunità di Valle.

L’esposizione ospiterà nelle sale dell’antico palazzo uniformi storiche dei Carabinieri, cimeli e documenti di grande interesse, tra cui l’atto che ha sancito la creazione di tale forza armata nel 1814. Ma non è tutto: collaterali alla mostra saranno alcuni incontri di approfondimento e conferenze per conoscere da vicino il lavoro dei Carabinieri, tra cui in novembre una dimostrazione delle unità cinofile ed una con l’elicottero. Ma si inizia già dopodomani alle 10 con il Corpo Bandistico Clesiano che eseguirà «La Fedelissima», l’inno dell’Arma dei Carabinieri ed alle 21 a Palazzo Assessorile una serata dedicata al rapporto dell’Arma con le Valli del Noce a cura del professor Uldarico Fantelli.

Il materiale esposto proviene dalla collezione privata del brigadiere a riposo Turelli. «È un onore per noi ospitare un’iniziativa su questa istituzione che ha attraversato due secoli, dal periodo preunitario fino ai giorni nostri tra due guerre e dittature. Essa non vuole configurarsi solo come mostra, ma un tributo della popolazione e dell’amministrazione ai Carabinieri e al loro quotidiano impegno nel presidiare il territorio» afferma il vicesindaco.

Il comandante della Compagnia di Cles, Nunzio Stanco - recentemente promosso al grado di maggiore - mette in evidenza quanto la mostra sia importante per avvicinare la cittadinanza ai Carabinieri: «Noi siamo accanto alla popolazione, ma a volte essa si sente più distante da noi: l’iniziativa è quindi un’ottima occasione per una migliore conoscenza reciproca» ha detto, ricordando l’ottima accoglienza riservatagli una volta arrivato a Cles qualche anno fa.

Il sindaco Ruggero Mucchi ricorda il prezioso supporto dato dal altre due istituzioni, i Vigili del Fuoco e l’Associazione Nazionale Alpini di Cles. «L’esposizione è un evento particolare che apre la strada ad una nuova forma di coinvolgimento della popolazione e dei turisti a Palazzo Assessorile. Abbiamo già stabilito gli eventi per il prossimo anno, che andranno dalla scienza fino alla tecnologia piuttosto che all’arte della ceramica ed alla Prima Guerra Mondiale» osserva infine Mucchi.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?