Salta al contenuto principale

«Eurochocolate Cristmas»

Da giovedì ad Andalo

Per l'evento attese 200 mila persone da tutto il mondo

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
2 minuti 18 secondi
Ultimi preparativi sull’altopiano per accogliere la prima edizione di Eurochocolate Christmas, l’happening del cioccolato che dalla sua capitale, Perugia, si sposta in Trentino: da giovedì prossimo, per quattro giorni, saranno più di duecentomila i golosi che arriveranno in provincia per questa grande festa che vedrà sulla Paganella una serie di eventi e manifestazioni davvero spettacolari, come gli scultori che dovranno ricavare da un metro cubo di cioccolato un’opera d’arte, ispirandosi ai paesaggi e alle attrazioni naturalistiche dell’altopiano.
Degustazioni guidate, cocktail di cioccolato, il «Choco Bimbi» con attività e giochi per gli alunni delle scuole della Paganella, incontri con artisti e presentazioni con autori di opere letterarie davanti ad una golosa tazza di cioccolata calda, un Workshop fotografico per raccontare il cioccolato protagonista della Paganella, il «Choco Circus», spettacolo con personaggi divertenti (la donna Cannolo, i chocolieri e la domatrice di pasticceri), la Choco scalata, parete d’arrampicata libera alta sette metri che riproduce una gigantesca tavoletta di cioccolato, una maxicornice di due metri per immortalare un dolce ricordo dell’evento, il «Choco pass», gustoso assaggio di cioccolato per tutti coloro che acquistano lo skipass, sei mascotte di Eurochocolate che distribuiranno sulle piste tantissimi prodotti di degustazione, la «Spalm Beach», area relax al sole dove sarà distribuito pane e cioccolato spalmabile, ed ancora assaggi di cioccolato nelle cabinovie e sulle seggiovie, una gara di fondo con pacco gara e ricchi premi «cioccolatosi».
Infine, il «Choco Park» con acrobati del freestyle allo snow Park Dosson, sono solo alcuni degli appuntamenti inseriti in un ricco programma di intrattenimenti.
La sagra del cioccolato imperverserà nelle strade e sulle piste della Paganella trasformando i paesi dell’altopiano in un fiabesco mondo che rievoca le golose avventure di Hänsel und Gretel, descritte dai fratelli Grimm.
Naturalmente, sapendo che il cioccolato fin dagli antichi greci ed ancor oggi è considerato «il cibo degli dei», anche la ristorazione sull’altopiano dovrà adattarsi ai dolci palati dei buongustai. Ed ecco, allora, le proposte di tanti cuochi che proporranno menù fantasiosi ispirati a questo grande evento. Ad esempio, al Bistrot Dolomieu di Andalo, lo chef Filippo Crippa è già al lavoro con altri cuochi dell’associazione regionale Slow Food per curare un menù a tema con autentiche leccornie: dallo Smacafam al puro cacao, al riso mantecato con scaglie di cioccolato, o zuppa con cappelletti caserecci al cioccolato fondente. Anche ai Rifugio Meriz, sulle piste di Fai della Paganella, e al Rifugio Dosson ci si prepara a servire piatti a base di cioccolato secondo fantasiose ricette inventate dai cuochi; in piazza Dolomiti, ad Andalo, è stato realizzato il Villaggio di cioccolato; persino trattamenti al cioccolato saranno applicati nelle beauty farm della Paganella, oltre ai soggiorni «Latte e Fondenti» nelle strutture ricettive di Andalo, Molveno, Fai, Cavedago e Spormaggiore.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?