Salta al contenuto principale

L'Unesco: i muretti a secco

sono «Patrimonio dell'umanità»

Chiudi

muretti a secco, val di Cembra

Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 18 secondi

Non solo le Dolomiti: anche la Val di Cembra e le Valli del Leno potranno orgogliosamente apporre dei cartelli per rivendicare la loro appartenenza al «Patrimonio dell'Umanità Unesco». L'organismo mondiale della protezione e valorizzazione del patrimonio culturale ha iscritto ufficilamente «L’Arte dei muretti a secco» nella lista degli elementi immateriali dichiarati Patrimonio dell’umanità. E’ quanto si legge in un post sul profilo Twitter dell’organizzazione che si congratula con gli 8 paesi europei che hanno presentato la candidatura: oltre all’Italia, Croazia, Cipro, Francia, Grecia, Slovenia, Spagna e Svizzera.

L’arte del «Dry stone walling» riguarda «tutte le conoscenze collegate alla costruzione di strutture di pietra ammassando le pietre una sull’altra, non usando alcun altro elemento tranne, a volte, terra secco», spiega l’Unesco nella motivazione del provvedimento. Si tratta di uno dei primi esempi di manifattura umana ed è presente a vario titolo in quasi tutte le regioni italiane, sia per fini abitativi che per scopi collegati all’agricoltura, in particolare per i terrazzamenti necessari alle coltivazioni in zone particolarmente scoscese.

In Trentino, uno degl iesempi migliori è la Valle di Cembra con le sue coltivazion ia vigna su antichi terrazzamenti, per i quali da tempo la Comunità di Valle ha avviato pratiche di conservazione e manutenzione, anche con corsi specifici per «riparatori». 

La stessa cosa - anche se oggi sono stati un po’ dimenticati - accade nelle Valli del Leno, nell’area fra Terragnolo e Serrada: qui è il professor Antonio Sarzo, anche collaboratore del Museo Civico di Rovereto, a studiare e censire da anni questo «patrimonio».

 

 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy