Salta al contenuto principale

A Zambana Vecchia il weekend

con il meglio delle Pro Loco

Chiudi
Apri
Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
2 minuti 39 secondi
Riunirsi per la  «sagra delle sagre», accogliendo in un unico evento il meglio delle varietà enogastronomiche del territorio. Questa l’idea di «Tutti #fuori», la festa delle Pro Loco trentine che questo fine settimana, sabato 20 e domenica 21 maggio, animerà l’abitato di Zambana Vecchia trasformandolo in un piccolo borgo del gusto, e che quest’anno cambia nome abbandonando l’impegnativo marchio «Locus Locorum». Tra tavolate in strada e cortili attrezzati a cucine, lungo le vie ci saranno assaggi per tutti i palati, arricchiti da musica ed intrattenimenti.
«Dopo il successo dell’anno scorso con circa 4000 visitatori, Zambana Vecchia torna ad ospitare un momento significativo per il sistema del volontariato turistico, che ben rappresenta il lavoro che le quasi 200 Pro Loco trentine svolgono tutto l’anno», ha sottolineato Enrico Faes presidente della Federazione trentina Pro Loco e loro Consorzi, insieme alla presidente Pro Loco di Zambana Monica Viola, al presidente Consorzio turistico Piana Rotaliana Königsberg Alois Furlan ed al sindaco di Zambana Renato Tasin.
 
Organizzata da Pro Loco di Zambana e Federazione Trentina Pro Loco e loro Consorzi, con il supporto dell’Assessorato al turismo della Provincia Autonoma di Trento, alla settima edizione della festa partecipano 18 Pro Loco e Consorzi che proporranno altrettanti piatti tipici della tradizione culinaria della propria zona a prezzi calmierati (dai 2,5 ai 5 euro). Novità di quest’anno, l’abbinamento con un vino rappresentativo della produzione vitivinicola di zona. Ricette culinarie specifiche saranno inoltre dedicate ai celiaci. 
 
Da degustare, una vera miniera di delizie: Scoprire queste delizie è davvero divertente: con un unico biglietto per ogni portata si può assaggiare un piatto in qualsiasi stand. E le specialità tra cui scegliere sono moltissime: la carne salada di Riva del Garda, i kropfen e gli stroboi della Val dei Mocheni, il tortel di patate e le frittelle di mele della Val di Non, e ancora, la pasta all’uovo con la Ciuiga e le noci del Banale, i canederli e la tartare di manzo della Val di Cembra, le patate saporite di Comano e ovviamente il risotto con gli asparagi bianchi di Zambana. Non mancheranno i gusti inaspettati, come la pizza di farina gialla dalle Valli Giudicarie e il faguspiro’s della Val di Gresta (una specie di pizzoccheri trentini con verza e patate, eccovi svelato il segreto). 
 
Taglio del nastro sabato 20 maggio alle 18, seguito dall’apertura degli stand gastronomici alle 18.30 con artisti di strada e musica itinerante a far da contorno fino a tarda sera. Domenica mattina la manifestazione riprenderà alle 10 per concludersi alle 21.30 con uno spettacolo pirotecnico. 
 
Assieme all’offerta enogastronomica, oltre venti gli appuntamenti tra spettacoli, concerti e mostre, giocolieri e mangiafuoco, corsi di cucina e scoperta di antichi mestieri, senza dimenticare le peculiarità del territorio con visite guidate ai campi di asparagi e all’antica Chiesa di Zambana Vecchia, che ha resistito alla storica frana del 1956 alla quale è dedicata una mostra fotografica.
 
 Attenzione particolare all’accoglienza di famiglie e bambini, che potranno passeggiare nel paese chiuso al traffico ed usufruire di spazi attrezzati, con giochi e laboratori per tutte le età. Per informazioni il sito www.unplitrentino.it o la pagina facebook dell’evento Tutti #fuori.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?