Salta al contenuto principale

Altavalle, bilancio in pareggio

Imis ridotta per le imprese

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
! minuto 54 secondi
Con il voto di astensione del consigliere Gabriele Pilzer che ha voluto segnalare così disagio e malcontento per una richiesta di atti amministrativi pesentata il 7 febbraio rimasta a tutt’oggi inevasa, il consiglio comunale di Altavalle riunito a Valda, ha approvato venerdì il bilancio di previsione 2017.
 
Il primo documento contabile del comune nato dalla fusione di Faver, Valda, Grumes e Grauno, pareggia sulla cifra di 6 milioni 429 mila euro, dei quali 2,1 di investimenti. «Un dato che mi preme sottolineare - commenta il sindaco Matteo Paolazzi  (nella foto con Gilmozzi) - è quello relativo all’Imis il cui gettito previsto è di 353 mila euro. Come amministrazione, oltre a lasciare invariate le aliquote per le abitazioni, abbiamo cercato di alleggerire il carico fiscale sulle attività economiche. Il risparmio è nell’ordine del 13-14%, un segno tangibile della volontà del Comune di stare vicino alle aziende che rimangono a produrre sul nostro territorio».
 
L’intervento più oneroso per le casse comunali - 520 mila euro - sarà il completamento dei sottoservizi nell’abitato di Faver. I lavori, che si spera possano partire entro l’estate, interesseranno via Beghei, via Savoi, via Al Monte e piazzetta Evi. Potendo sfruttare ancora una parte di contributo provinciale per interventi di risparmio energetico richiesto a suo tempo dal Comune di Grumes, il Comune di Altavalle ha stanziato 370 mila euro per la sostituzione della caldaia a cippato dell’impianto di teleriscaldamento e, sugli edifici pubblici, per potenziare il fotovoltaico e realizzare cappotti isolanti. 
 
Intervento delicato ma improcrastinabile quello relativo alla manutenzione straordinaria del cimitero di Faver che costerà 142 mila euro. Particolare attenzione sarà dedicata alla manutenzione delle strade anche forestali: 110 mila euro per l’adeguamento dimensionale delle strade «La Lot» a Grauno e «Scoffa» a Grumes; 50 mila euro per la messa in sicurezza della strada «delle Selve»; altri 50 mila euro per la strada di Maso Bornie e 100 mila euro per la manutenzione di vie e piazze. Per interventi di ammodernamento delle aree giochi per bambini sono stati stanziati 50 mila euro, mentre nuove telecamere con sistema di lettura delle targhe per 25 mila euro saranno acquistate per Valda, Grauno e Grumes. Sul fronte culturale, da segnalare i 30 mila euro per il progetto «Altavalle 360°» che si propone in tre anni di raccogliere e valorizzare storia e patrimonio culturale della nuova comunità.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?