Salta al contenuto principale

A Faedo potrebbe riaprire

un bar dopo oltre 20 anni

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
2 minuti 10 secondi
Potrebbe riaprire all’inizio del mese di maggio, dopo più di vent’anni, un bar a Faedo all’interno dei locali comunali, grazie all’aiuto derivante da contributi pubblici, provinciali e comunali. La Giunta guidata da Carlo Rossi ha infatti deliberato nei giorni scorsi il testo del bando con i criteri per l’assegnazione della gestione del pubblico esercizio destinato a bar ristorante e attività complementari multiservizi.
 
Il locale in questione, che si trova al piano terra del nuovo edificio comunale, è stato arredato nei mesi scorsi ed è completo con tutto il mobilio occorrente: cucina, bancone bar, sedie, tavoli, ecc. Le sale destinate al bar con gli storici «vòlti a botte», che richiamano l’antica tipologia costruttiva rurale di Faedo, sono tre, più un atrio, la cucina, una dispensa, due disbrighi e tre servizi igienici. Il tutto verrà concesso senza la richiesta di canoni di affitto e le uniche spese che il gestore dovrà sostenere saranno quelle ordinarie, come l’energia elettrica, le spese di riscaldamento, lo smaltimento dei rifiuti e l’acqua. La durata della concessione è di sei anni con possibilità di rinnovo per ulteriori sei.
 
La cosa particolare è che, oltre all’attività di pubblico esercizio, il gestore dovrà proporre iniziative qualitative, di carattere sociale, culturale, ricreativo e di promozione turistica che si traduce, tra le varie attività, nel fornire ai clienti, turisti e utenti in genere, adeguate informazioni sulle manifestazioni, sulle attività di rilevanza turistica, sui prodotti e sulle attrattive di interesse della zona.
 
La Giunta, all’interno del bando, ha richiesto anche attenzione verso i prodotti locali, dando punteggio aggiuntivo a chi utilizzerà prodotti di qualità, prioritariamente di origine trentina e a chi si impegna ad organizzare serate o eventi a tema con prodotti tipici, come degustazioni guidate con i produttori.
Ci sono altri elementi di valutazione per implementare l’offerta qualitativa che spaziano tra ambiti diversi come collaborare con le associazioni del paese, mettere a disposizione degli utenti, per la lettura, almeno un quotidiano locale e un quotidiano sportivo e l’impegno ad installare un televisore.
Particolare rilevanza sarà attribuita alla disponibilità a creare e organizzare un punto di informazione turistica con distribuzione di materiale illustrativo anche in collaborazione con la locale ProLoco.
 
Le persone interessate che posseggono i requisiti idonei, dovranno fare arrivare tutta la documentazione entro le ore 12 di lunedì 3 aprile. Il bando e i relativi allegati sono pubblicati all’Albo telematico comunale, sul sito internet istituzionale del Comune al seguente indirizzo www.comune.faedo.tn.it, sull’albo telematico di tutti i Comuni della Comunità di Valle, nonchè della Comunità di Valle Rotaliana – Königsberg.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?