Salta al contenuto principale

Pedofilia: arrestato 40enne in Rendena. Riprendeva bambine in casa e al parco

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
0 minuti 51 secondi

I carabinieri di Trento e di Tione hanno arrestato un pedofilo residente in alta Val Rendena. L'uomo è stato fermato durante un controllo antidroga: i militari non hanno trovato stupefacenti, ma una videocamera digitale d'ultima generazione all'interno della quale erano contenuti degli inequivocabili filmati amatoriali. È così scattato anche il sequestro del pc dell'uomo.   

Oltre a una mole di materiale pedopornografico (più di mille tra video e fotografie), i militari del nucleo investigativo hanno repertato numerosi video di riprese amatoriali realizzate dall'uomo stesso, oltre a filmati con bambini in orribili atteggiamenti pornografici con adulti. Nei video realizzati dall'uomo, in seguito ad appostamenti, si vedono bambine nei bagni della propria abitazione, al parco giochi, all'uscita di scuola o in strada, con riprese farcite da irripetibili commenti dell'uomo.

L'uomo, che annovera, tra gli altri, precedenti specifici, è piantonato in ospedale e rischia fino a 12 anni di reclusione, accusato dei reati di detenzione di ingente quantitativo di materiale pedopornografico e per la relativa produzione. Nell'ordinanza si legge che «l'indagato presenta disturbi ossessivo-compulsivi che non riesce a controllare».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy