Salta al contenuto principale

La telecabina diventa ristorante:

cena servita a 150 ospiti volanti

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
2 minuti 0 secondi

Sabato scorso in occasione della «Notte bianca del cibo italiano», a Madonna di Campiglio i sapori e i gusti del Trentino sono saliti in telecabina sulla Pinzolo-Campiglio Express. Andati velocemente esauriti tutti i 150 posti disponibili, la telecabina è stata trasformata in un esclusivo ristorante.
Nel menu curato da Alfredo Chiocchetti, già chef stellato del ristorante «Scrigno del Duomo» di Trento, le prelibatezza della gastronomia trentina: agnolotti di polenta bianca con ragù di finferli e filetto di vitello al Vino Santo, alcune delle specialità presentate ai commensali. Rigorosamente trentini anche i vini abbinati.

L’imbarco è avvenuto a Madonna di Campiglio, presso la stazione del Colarin da dove il viaggio è proseguito poi verso Patascoss e Plaza compiendo, sul filo d’acciaio della Pinzolo-Campiglio Express due giri, un’andata e un ritorno. Le portate preparate da Chiocchetti e dal suo staff (30 le persone impegnate tra staff di cucina e sala insieme ai volontari) sono state servite in coincidenza delle stazioni della telecabina.
«Siamo tutti contenti di come è riuscita la serata – ha commentato alla fine lo chef – e della fortuna che abbiamo avuto con il tempo. Ad un certo punto il meteo sembrava compromettere il lavoro, ma poi si è risolto tutto. Il menu è stato pensato e preparato con prodotti locali e le persone che hanno partecipato ci hanno dato veramente tanta soddisfazione, trasferendoci entusiasmo e giudizi molto positivi».
L’iniziativa, ideata e organizzata dalla Pro loco di Campiglio, ha suscitato l’entusiasmo degli ospiti che si sono già prenotati per l’estate 2019.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?