Salta al contenuto principale

Giovanni Battista Sicheri, nasce il Premio letterario

Stenico, per valorizzare la figura e le opere del poeta

Chiudi

Giovanni Battista Sicheri nel 1864

Apri
Tempo di lettura: 
! minuto 47 secondi

Il Circolo Culturale Giovanni Battista Sicheri di Stenico, impegnato nella valorizzazione del personaggio risorgimentale e letterato Giovanni Battista Sicheri, ha indetto un premio letterario alla sua memoria: si tratta di un concorso biennale a livello nazionale per lo studio della figura e delle opere del poeta giudicariese, nato a Stenico il 27 marzo 1825.

«Mentre sul personaggio e la sua storia si è scritto e commentato abbastanza, e non sempre in modo univoco e concorde - spiega il Circolo -, riguardo alle sue opere poetico-letterarie si è detto poco o niente.
Da qui nasce l’idea di un nuovo progetto culturale: l’istituzione di un premio letterario a lui intitolato, che darà conto dello spessore culturale di Sicheri».

L’iniziativa, presentata ufficialmente il 26 novembre nella sala consiliare del comune di Stenico, avrà cadenza biennale e portata nazionale. A introdurre la presentazione del premio, parlando dell’autore noto anche come «il poeta Cangio», l’entusiasmo di Giacomo Bonazza, poi è entrata nel merito storico-linguistico delle commedie la professoressa Anna Riccadonna, mentre Graziano Riccadonna, presidente del Centro Studi Judicaria, ha ricordato le tappe della riscoperta di Sicheri, caduto sostanzialmente nell’oblio per molti anni. «Come amministrazione abbiamo accolto volentieri questa idea - ha detto la sindaca Monica Mattevi - e mi congratulo personalmente con il circolo per questa iniziativa culturale: sono da sempre convinta che non ci dobbiamo occupare solo di opere pubbliche, ma che si debba garantire la giusta attenzione ai temi culturali. L’auspicio è che ci siano molti partecipanti e che le opere di Sicheri siano sempre più valorizzate».

In questa prima edizione il Circolo ha deciso di concentrarsi sulle opere teatrali, anche in seguito al successo ottenuto dalla rappresentazione di due commedie di Sicheri che hanno portato al 1° premio al concorso regionale Sipario d’oro nel 1993 e nel 2017, con l’ambizione di conoscere e definire la valenza artistica e letteraria dello scrittore stenicense. È possibile partecipare individualmente o come classe scolastica presentando, entro il 31 maggio 2018, un saggio che verta su una delle tre opere conosciute di Giovanni Battista Sicheri: «La Garibaldina», «Tribunali Giudicariesi» (nella foto in alto) e «L’Usuraio». I primi tre classificati otterranno un premio rispettivamente di 800 euro, 450 euro e 250 euro.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?