Salta al contenuto principale

Addio alla piccola Elena

Scomparsa a soli 11 anni

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
1 minuto 13 secondi

Ieri mattina, mentre la luce annunciava un nuovo giorno, nella sua casa di Cavalese gli occhi di Elena Bellante si sono chiusi per sempre.

Elena aveva 11 anni e aveva iniziato a sentirsi poco bene l’estate scorsa: a fine luglio, il primo ricovero e la diagnosi di una malattia contro cui si può solo provare a combattere, con tanta speranza e nessuna certezza.

Ed è quello che hanno fatto in questi undici mesi tutti quelli che le volevano bene, a iniziare dalla mamma Federica Cerri, addetta stampa dell’Apt di Fiemme, e dal papà Antonio Bellante, noto in quanto a lungo direttore di coro. Insieme all’altra figlia di qualche anno più grande di Elena, hanno cercato di fermare la progressione di quella malattia ricorrendo a tutte le cure possibili, anche a quelle erogate a Trento nel reparto di Protonterapia.

Purtroppo, però, dopo un periodo in cui sembrava che Elena migliorasse, la situazione è peggiorata di giorno in giorno.

Ieri all’alba, il tristissimo epilogo, che in valle ha sollevato immediato e immenso cordoglio: decine i messaggi di vicinanza  e affetto per la famiglia. Oggi, chi lo vorrà potrà salutare Elena nella chiesa parrocchiale: alle 17.30 ci sarà la recita del Santo Rosario, alle 18 i funerali della piccola.

Ringraziando in particolare il dottor Bolognani, la dottoressa Rombi e tutti gli infermieri e infermiere che hanno assistito Elena, la famiglia annuncia che saranno raccolte offerte a sostegno del percorso emotivo dei bambini ospiti della Protonterapia di Trento.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy